Quali sono le spese morali previste dal Reddito di Cittadinanza?

Reddito di cittadinanza a 5 milioni di italiani ma attenti a fare i furbi si rischiano fino a 6 anni di carcere

Scontro su cifre Def, Di Maio: "Carcere a chi mente sul reddito"

Ai microfoni di Stasera Italia su Rete 4 alcune persone che vivono in un campo rom di Milano hanno chiesto che venga data loro la possibilità di accedere al reddito di cittadinanza come agli altri cittadini italiani, specificando che è un loro diritto. In questo modo potrebbe convertire il Reddito di Cittadinanza in contanti da spendere in maniera "immorale".

Cittadinanza italiana o, se stranieri, essere residenti e lavorare in Italia da almeno 10 anni (e avere quindi 10 anni di contribuiti regolarmente versati nelle casse dello Stato). Il secondo requisito è quello di essere in una situazione di povertà non solo reddituale (ossia guadagnare meno di 780 euro al mese), ma anche patrimoniale. "Se una persona, per esempio, ha un reddito di 500 euro, ne percepirà 280 se entra nel programma di riqualificazione e formazione e lavori di pubblica utilità; se una persona ha un reddito di 200 ne percepirà 580; chi ha reddito zero percepirà 780 euro".

Per questo per ottenere l'accesso al reddito bisognerà presentare l'Isee, l'indicatore sintetico della situazione economica familiare che tiene conto anche del patrimonio immobiliare e dei depositi bancari, oltre che del reddito.

Grande Fratello Vip, Corona furioso: 'Mi sono scattati strani impulsi'
Silvestrin sottolinea il fatto che si deve saper gestire la popolarità, anche sotto questi aspetti non piacevoli, ma inevitabili. Amate praticamente da tutti, Le Donatella sono delle serie candidate non sono per arrivare in finale, ma anche per vincere.


Il problema maggiore che chi vorrà aggirare i controlli dovrà affrontare sarà quello di trasformare il corrispettivo mensile del Reddito di Cittadinanza in denaro contante, non tracciabile. Non potrà rifiutare più di tre offerte di lavoro giudicate congure, altrimenti perderà il sussidio.

Dunque la decisione di porre dei limiti alle spese che potranno essere effettuate con il reddito di cittadinanza rientra semplicemente nella linea politica del Movimento 5 stelle che prevede il contrasto alla ludopatia: "Il mio primo provvedimento da ministro nel decreto dignità è stato togliere la pubblicità sul gioco d'azzardo - ha proseguito Di Maio - e c'è ancora tanto da fare perché dobbiamo togliere le sale slot da vicino alle scuole, dai parchi giochi, dobbiamo ridurre il numero di slot".

Dove per "immorali" Di Maio intende il consumo dialcol, sigarette e il gioco. Gli acquisti verranno controllati elettronicamente tramite Bancomat. Saranno aperte a tutti gli esercizi commerciali o solo a quelli simpatici al Governo? Ad ogni acquisto seguirà un pagamento diretto da parte del Tesoro. Ma ecco il viceministro all'Economia Massimo Garavaglia che, riferendosi a Buffagni, dice: "Dispiace che esponenti degli alleati di governo vadano in giro con tabelle non ufficiali e che sono mere simulazioni".

Latest News