Guardiola: "Futuro in Italia? Perché no..."

Maestri Carlo Ancelotti e Pep Guardiola assieme sul palco del Festival di Trento assieme ad Arrigo Sacchi hanno discusso sul tema la bellezza del calcio

Sacchi: “L’Italia non è tra i paesi calcisticamente più evoluti. Derby? Spero sia…”

Ha vinto in Spagna, ha vinto in Germania, ma Pep Guardiola potrebbe anche aver voglia di vincere in Italia. "Siamo in continua evoluzione, oggi vediamo un calcio organizzato ed anche le piccole squadre cercano di avere una identità ben definita". "Penso anche all'Atletico, noi cercheremo di essere lì". Perché no? - ha detto Guardiola - Se mi avessero detto anni fa che avrei allenato il Barcellona poi a Monaco, io col tedesco... "Mi sembra una Champions League molto più equilibrata, anche perché il Real ha perso un giocatore importante". "Giocare bene ti dà più possibilità di vincere che in altri casi". Non so se siamo pronti, non abbiamo una storia alle spalle.

QUALE CRISI. - Parlando in generale della crisi del calcio italiano, Guardiola veste i panni dell'avvocato difensore: "L'Italia resta un grande Paese, ora posso dire che serve riflessione ma non sono certo io che devo dare suggerimenti, non posso dire quello che manca all'Italia, siete un Paese che vinto tanto e non solo in un periodo breve ma lungo, avete vinto a livello di nazionali e di club, con Arrigo - aggiunge il tecnico catalano - Poi sento dire che l'Italia ha un calcio difensivo ma difendere bene è una grande qualità e voi siete maestri in questo". Direi di si, ma a volte non succede. "Ci ha fatto innamorare di questo gioco, non solo perchè vincevamo", le parole di Guardiola. "Mi piace rendere tutti responsabili e delegare, così faccio anche a Napoli". "Qui si mangia molto bene (ride, ndr)". Sono favoriti Real Madrid e Barcellona, che questa storia ce l'hanno, e la Juve che dopo due finali con l'acquisto di Cristiano Ronaldo ha dimostrato di volerlo. La forza di quella squadra è stata di essere costante ogni tre giorni per quattro anni. Futuro in Italia, perché no? "Quando si introducono delle novità c'è sempre maggior coinvolgimento, se arrivano anche i risultati il gioco è fatto".

Julia Roberts, pioggia di critiche sui social: "Sei orribile". Lei risponde così
Qualche mese fa la nipote Emma ha condiviso sul suo profilo Instagram uno scatto che la ritrae con la più famosa zia mentre giocano a carte .


Che ha poi parlato così di Messi: "Leo è un animale competitivo, feroce". Quelli di Ancelotti: "Liedholm, soprattutto nella gestione delle risorse umane".

Latest News