Mihajlovic: "Non voglio allenare in Italia. Mancini? Bisogna dargli fiducia"

Mihajlovic Ho rifiutato alcune offerte. Mi sono stufato dell'Italia

LAPRESSE

È meno sentito di quello di Roma ma è sempre una bella cosa, faccio il tifo per tutti e due perché sono stato bene in entrambe le squadre, magari un pareggio. Queste le sue parole sulla stracittadina di Milano: "Il derby è sempre una partita particolare, chi è favorito solitamente perde. Ho rifiutato un paio di offerte in Italia ma mi sono un po' stufato perchè sono qui dal '92". Non sono mancate, poi, due battute sulla Nazionale di Mancini: "Si gioca con un finto nove quando non c'è un centravanti".

Nadia Toffa il cancro è tornato:"Non posso vincere ma devo combattere"
La conduttrice bresciana si è mostrata battagliera, anche se consapevole che non sempre si riesce a sconfiggere questo male.


"Ma sono loro che fanno la differenza e i gol". È il pensiero di Sinisa Mihajlovic, intervistato da Sky Sport 24. "L'Italia ha Immobile che fa gol da molti anni - continua - il 'gallo' (Belotti, ndr) è un po' in difficoltà ma è un giocatore importante, il mancio sa meglio di tutti noi quello che deve fare". Adesso arrivano due squadre dello stesso livello, spero che sarà una bella gara con un San Siro pieno. Mancini ha chiamato tanti ragazzi giovani, cosi' come ho fatto io quando ho preso la Serbia. "Per la grande sfida della Capitale invece ho sempre detto di fare il tifo per la Lazio". Idee chiare per Sinisa Mihajlovic, che dopo l'ultima rocambolesca esperienza sulla panchina dello Sporting Clube de Portugal (sollevato dall'incarico pochi giorni dopo essere arrivato in Portogallo a causa del cambio ai vertici societari) ha assoluta intenzione di mettersi nuovamente in gioco.

Latest News