Bussetti-Grillo, auspicio numero chiuso - Ultima Ora

Medicina addio al numero chiuso niente test dal 2019

Medicina, numero chiuso eliminato: la misura nella manovra

Ieri sera, al termine del Consiglio dei Ministri, nel comunicato stampa diffuso era stato scritto: "Si abolisce il numero chiuso nelle Facoltà di Medicina, permettendo così a tutti di poter accedere agli studi". Ma non si dice in quale modo, non si fa un minimo accenno alla copertura economica e agli investimenti che si devono fare per attuare una simile manovra da subito.

Alle 12,30 finalmente parla Palazzo Chigi: "In merito al superamento del numero chiuso per l'accesso alla facoltà di Medicina, la Presidenza del Consiglio precisa che si tratta di un obiettivo politico di medio periodo per il quale si avvierà un confronto tecnico con i Ministeri competenti e la Conferenza dei Rettori delle università italiane (CRUI), che potrà prevedere un percorso graduale di aumento dei posti disponibili, fino al superamento del numero chiuso".

Dopo la novità del provvedimento per l'abolizione del test medicina entrato nella legge di bilancio 2019, arriva il comunicato ufficiale congiunto del Ministero dell'Istruzione e del Ministero della Salute sulla questione dell'abolizione della prova di ingresso.

Belen, Stefano De Martino dichiara il suo amore a Domenica In
Io sono stato molto fortunato, quella è una mia foto del cuore, perché quando sono in quella posizione là sono felice. Mi elencava tutte le cose negative di questo lavoro.


Quest'anno, per esempio, sono state bandite in tutto 7 mila borse di studio dalle scuole di specializzazione, mille in meno del numero di medici andati in pensione e tremila in meno dei diecimila laureati in medicina.

Stando alle dichiarazioni del ministro Grillo della fine di settembre, la decisione di eliminare il numero chiuso sarebbe dovuta alla necessità di sopperire al ridotto numero di medici che saranno disponibili per i prossimi anni. "Assisteremo ad una nuova fuga di cervelli". "Il ministro Bussetti incontri subito le rappresentanze studentesche e cominci a fare qualcosa di concreto per superare l'attuale sistema". In tarda mattinata Bussetti e il ministro della Salute Grillo hanno pubblicato un comunicato in cui sostengono che il governo intende agire "gradualmente" e che quello presente nel testo è solo un "auspicio".

Il comunicato dei due ministri, ammesso che si traduca davvero in una retromarcia, ha tranquillizzato molte persone, perché l'abolizione del numero chiuso avrebbe avuto conseguenze dirompenti. Così facendo si rischia solo di mandare in tilt le Università, che senza ulteriori finanziamenti non potrebbero sostenere da subito tutti gli studenti. "Per assicurare l'aumento dei posti disponibili e avviare un percorso condiviso, a breve sarà convocata una prima riunione con tutti i soggetti interessati a cominciare dalla Crui".

Latest News