Teleborsa: Cina, la crescita rallenta più del previsto

Cina, frena Pil trimestre con dazi Usa

Per la prima volta dal 2009, il Pil della Cina non aumenta oltre il 6,5%

La crescita economica della Cina ha mostrato un ulteriore rallentamento, al 6,5 per cento su base annua nel terzo trimestre si è attestata ai livelli più bassi degli ultimi 9 anni. All'epoca però, era l'inizio del 2009, a pesare c'era la recessione globale innescata dalla crisi.

Highlights Serie A, Udinese-Napoli 0-1: il video dei gol
Il Napoli non spreca l'occasione e, battendo l'Udinese , accorcia sulla Juventus che ora dista quattro punti. All'intervallo ci siamo arrivati con 3 possibilita' di fare gol con Lasagna e Pussetto.


Mentre l'ufficio nazionale di statistica riportava i dati sull'economia, c'è stato un intervento coordinato di tre delle principali istituzioni finanziarie della Cina per rassicurare sulla tenuta del mercato azionario, oggetto di ricostruzioni allarmistiche delle passate sedute. Ma al tempo stesso Pechino deve gestire un quadro, molto meno visibile all'esterno, di potenziali criticità sul credito e squilibri finanziari interni, assieme al problema dell'indebitamento ombra da parte delle sue amminsitrazioni locali. Su base congiunturale, la crescita del Pil è stata dell'1,6%, in calo sull'1,8% del secondo trimestre dell'anno. Il tasso di crescita nel periodo tra luglio e settembre risulta il più basso dal primo trimestre 2009 ed è in linea con le aspettative di mercato piu' pessimistiche. Il paese è alle prese con la campagna di riduzione del debito e con i contraccolpi delle tensioni sul commercio con gli Stati Uniti. Il deficit commerciale degli Stati Uniti ha continuato a crescere dalle elezioni del 2016 che hanno incoronato Donald Trump.

Latest News