Servono donatori di midollo per il piccolo Alex: è gara di solidarietà

Salviamo Alessandro caccia al donatore di midollo

Alessandro ha bisogno del tuo midollo osseo per non morire. Subito!

Le possibilità di trovare un donatore compatibile con il midollo di Alessandro Maria sono bassissime e sul web è scattata un'ondata di solidarietà per sostenere la causa del piccolo. Questo il messaggio di Papà Paolo, veneto, e mamma Cristiana, napoletana, per il loro bambino Alessandro Maria. Si trovava a mare con i genitori quando si è sentito male ed è stato portato subito in ospedale. Ha un anno e mezzo ma è in pericolo di vita.

"(...) Trattasi di Linfoistiocitosi Emofagocitica, comunemente conosciuta in medicina come HLH, una malattia genetica rarissima che colpisce solo lo 0.002% dei bambini, e che NON lascia speranze di vita senza trapianto di midollo osseo con un donatore compatibile in tempi rapidissimi".

Lotta contro il tempo per trovare un donatore che salvi il piccolo Alessandro Maria bambino di un anno e mezzo, affetto da una rarissima malattia genetica, che non riesce a trovare un donatore di midollo osseo compatibile con il suo. "Sono nato alla settimana n. 30 e, sebbene i dottori mi avessero già dato per spacciato, ho combattuto come un ariete (il mio segno zodiacale) contro una serie infinita di complicazioni per essere ancora qua". A Londra, dove la famiglia vive, gli stanno somministrando un farmaco sperimentale, i cui effetti non si sa quando possano durare.

Sulla pagina Facebook è stato postato anche un video che spiega bene chi e dove si può fare la donazione di midollo. La metà di questi non sopravvive al primo mese dalla manifestazione della malattia, un terzo dei restanti presenta purtroppo dei problemi neurologici - celebrali.

Monza, Galliani pronto a spendere
L'ufficialità della notizia è arrivata con la pubblicazione di un comunicato da parte della società S.S. E' bastato un breve incontro avvenuto in giornata per sciogliere ogni riserva e trovare l'accordo.


"Quindi - si legge nella lettera - non mi resta che cercare mia sorella o mio fratello maggiore altrove..."

"Al giorno d'oggi donare il midollo osseo è davvero semplice, senza alcun intervento in sala operatoria", viene scritto nell'accorato appello comparso sui social. Il prelievo di saliva o sangue per la tipizzazione si può fare in qualsiasi centro ospedaliero in Italia, fermo restando, anche in caso di iscrizione, il diritto di ritirarsi in un secondo momento.

L'appuntamento è anzitutto a Milano, oggi e domani, in piazza Sraffa. Sabato 27 ottobre dalle 9 alle 19 in piazza Trieste e Trento ci sarà una raccolta di campioni salivari organizzata dall'ADMO (Associazione Donatori di Midollo Osseo), che però ha dei requisiti specifici: possono donare le persone dai 18 ai 35 anni, che pesino più di 50 kg, in buona salute.

Latest News