Voto in Brasile, trionfa Bolsonaro, l'estrema destra al potere. L'approfondimento

Bolsonaro e Lula

Brasile, l’omofobo estremista Jair Bolsonaro eletto Presidente

Più specificatamente, Eduardo Bolsonaro ha scritto ciò in un tweet di risposta a quello in cui il ministro dell'Interno italiano Matteo Salvini si congratulava per la vittoria del candidato [VIDEO] del Partito Social-Liberale.

Battisti, da anni si rifugiava in Brasile grazie alla clemenza concessa dall'ex presidente Lula da Silva, in particolare da Aprile stava abitando a Cananeia. E allora il Capitano dovrà scendere a patti con la vecchia politica, se non vorrà essere l'ennesima avventura tropicale nel Paese più grande dell'emisfero Sud.

Forse perché, domenica scorsa, l'ultra conservatore Jair Bolsonaro dopo aver vinto le elezioni presidenziali, ha promesso all'Italia l'estradizione del latitante. Un vento talmente radicale che sta spaventando anche la pioniera della rinascita della destra: Marine Le Pen.

Proprio tale 'tolleranza' della sinistra latinoamericana nei confronti di Battisti è stata ed è uno dei cavalli di battaglia di una parte importante della destra e dell'estrema destra dell'America Latina, aree politiche da sempre contraddistinte da un forte anticomunismo. Tutto questo, naturalmente, fa gioco all'inquilino della Casa Bianca, che ha trovato nel Continente un punto di appoggio prezioso e forse inatteso. Misurate le congratulazioni del presidente della Repubblica francese, Emmanuel Macron: "La Francia e il Brasile hanno una partnership strategica attorno a valori comuni di rispetto e di promozione dei principi democratici. è nel rispetto di questi valori che la Francia auspica di proseguire la sua cooperazione con il Brasile", si legge in un comunicato dell'Eliseo.

Isoardi impone il "prima la cucina italiana" alla Prova del Cuoco: chef Kumalé lascia la trasmissione
Il cuoco non sarà tra i protagonisti della puntata odierna del cooking-show condotto da Elisa Isoardi . Ma procediamo con ordine. "Bye bye a la Prova del cuoco Rai1 per me il cibo è cultura!".


Bolsonaro vince le presidenziali in Brasile e l'estrema destra arriva a San Paolo, portando con sé scontri tra le piazze.

Bolsonaro, ex ufficiale dei parà, è stato indicato in campagna elettorale come "minaccia fascista" alla democrazia brasiliana - Bolsonaro, un deputato che è passato per otto partiti diversi in quasi due decenni di attività parlamentare e fino a poco fa era considerato un personaggio eccentrico, noto per le sue dichiarazioni polemiche a favore della dittatura militare e la tortura e contro le donne e le minoranze razziali, etniche e sessuali, è diventato in pochi mesi il leader che ha cavalcato il crescente malessere di grandi fasce della società brasiliana. Una richiesta che Bolsonaro si è già dichiarato pronto ad esaudire. Tra la crisi economica più grave della storia del Brasile iniziata nel secondo governo di Rousseff, gli scandali di corruzione politica ed escalation della violenza criminale, per molti Bolsonaro rappresenta un "cambio di rotta".

Un vento estremista soffia forte in tutto il mondo.

Latest News