Tav, Toninelli: "ci metteremo d'accordo con la Francia per non farla"

Tav, Toninelli tira dritto:

Toninelli: 'Fermeremo la Tav'. Ma Conte: 'Presto la decisione'

Quanto alla questione del mancato stanziamento di risorse, citata dal ministro Toninelli, invita a non confondere il tunnel di base con "le vie di accesso': "Il punto e' il tunnel, questo significa fare o non fare la Tav". Mi risulta - ha detto Toninelli - che Macron abbia escluso la Tav dalle priorità infrastrutturali proprio dopo aver valutato costi e benefici. "Uomini e retroscena della Terza Repubblica" in uscita il 7 novembre per Mondadori Rai Eri.

"In ogni caso la geognostica è costata all'Italia soltanto 617 milioni" osserva ancora Toninelli che contesta la tesi del commissario per la Tav Paolo Foietta secondo il quale il blocco dell'opera costerebbe all'Italia oltre due miliardi di risarcimento danni. Il problema - ha chiosato Boccia - non sono le penali ma quanto ci costa e quanto perdiamo in futuro rispetto agli altri. "Poi ci sono le vie di accesso, per esempio tra Lione e Saint-Martin-La-Porte".

Juventus, contratto risolto e buonuscita per Marotta e Mazzia
Manca poco, ormai si contano quasi i giorni: presto l'Inter potrà contare sull'ex ad bianconero che ha contribuito ai successi degli ultimi anni della formazione di Allegri.


Da Nuova Delhi dove si trova in visita ufficiale il premier Conte risponde alle domande dei giornalisti spiegando che "studieremo con cura il dossier, stiamo ultimando l'analisi costi-benefici, siamo in dirittura d'arrivo".

Intanto, all'indomani del via libera del Consiglio comunale di Torino all'odg, contrario alla realizzazione della Torino-Lione, il presidente della regione Piemonte, Sergio Chiamparino, parla di "uno schiaffo alla città che lavora". "E' una responsabilità che la sindaca e la maggioranza che guida la città hanno voluto assumersi". "Non ci sembra, a partire da ieri con la Torino-Lione, che si voglia andare verso questa direzione e aprire il Paese all'idea di Europa di cui abbiamo bisogno per essere competitivi dal di fuori dei cancelli delle fabbriche e costruire un Paese più ricco in modo da ridurre i divari".

Latest News