Hamilton Mondiale: zero errori, cattiveria e... Nico Rosberg

LAPRESSE
					Il sorriso di Daniel Ricciardo

LAPRESSE Il sorriso di Daniel Ricciardo

Un vero e proprio appuntamento con la storia. Per il britannico si tratta del quarto titolo mondiale negli ultimi cinque anni: Hamilton ha vinto nel 2008 con la McLaren e nel 2014, 2015, 2017 e 2018 con la Mercedes. Vettel è stato falloso, ma è andato in tilt per la pressione quando si è accorto di non avere più la vettura migliore. Ha saggiamente badato al sodo nella gara (noiosa) vinta da Verstappen con Vettel secondo. In testa fin dal via, dopo aver bruciato il compagno poleman Ricciardo, poi ancora una volta fermo a pochi giri dalla fine, Verstappen ha gestito da campione consumato la gara, involandosi la davanti in solitario, concedendosi anche un simpatico ritorno al baby terribile verso il fine gara, quando preoccupato per lo stop della Red Bull del compagno, ha chiesto via radio al suo ingegnere di ridurgli per precauzione la potenza del motore, il tutto mentre stabiliva giri record in fila. Davvero surreale. È stata una gara orribile - spiega -.

Come lo scorso anno, il Messico regala il titolo mondiale a Lewis Hamilton.

Red Dead Redemption 2: un leak rivela nuove informazioni sulla modalità online
In questi giorni nuove indiscrezioni si sono aggiunte alle già tante voci di corridoio circolate recentemente . Sembra che l'idea di una versione PC di Red Dead Redemption 2 si stia finalmente concretizzando.


A causa dei problemi di graining, i meccanici chiamano Lewis Hamilton e Valtteri Bottas ai box all'undicesimo giro, montando gomma supersoft. Un Hamilton che dopo la grande delusione del 2016 ha saputo imparare, mettendo in pratica un nuovo se stesso nei due mondiali successivi. Tuttavia c'è da rimarcare che Hamilton ha corso con monoposto tecnologicamente tanto avanzate in fatto di sicurezza da garantire di uscire illesi anche in scontri con le protezioni delle piste piuttosto violenti. Il pilota inglese è ormai nell'Olimpo di questo sport anche grazie a coloro che hanno lavorato per mettergli a disposizione una macchina, la Mercedes, formidabile che non ha mai avuto problemi tecnici: "Voglio ringraziare il mio team, che mi ha permesso di vincere il Mondiale grazie al duro lavoro di tutti i nostri uomini nell'arco di tutta la stagione, tutti i miei meccanici, chi ha lavorato in fabbrica, i nostri partner ed ovviamente la Mercedes".

Si sapeva, così è stato, stiamo parlando della vittoria di Max Verstappen e della Red Bull a Città del Messico, che come da previsione è arrivata, con l'olandese davanti alle due Ferrari di Vettel e Raikkonen e alle due Mercedes. Sono numeri, sono fatti, che dimostrano, qualora ce ne fosse bisogno, quanto sia meritato questo successo di Hamilton. Un risultato, quello conseguito dal pilota tedesco, che rafforza in classifica costruttori il quarto posto del team della Losanga, complice anche il mancato ingresso in zona punti della Haas, con Magnussen 15° e Grosjean 16°. Alla partenza il pole-man Ricciardo sbaglia completamente lo stacco della frizione e viene sorpreso da Verstappen e da Hamilton.

Latest News