Spread, Visco: "Da rialzo conseguenze gravi per banche e famiglie"

Simona Granati- Corbis via Getty Images

Simona Granati- Corbis via Getty Images

L'allarme sul costo dell'aumento dei tassi di interesse arriva dal governatore della Banca d'Italia, Ignazio Visco, secondo il quale a questo livello dello spread, il differenziale di interesse tra Italia e Germania (sceso ieri a quota 304), si avrebbe una maggior spesa per interessi di circa 8,5 miliardi nel 20120 e di circa 11 nel 2021. L'incremento dei rendimenti sui titoli di stato, spiega, "deprime il valore dei risparmi accumulati dalle famiglie e può determinare un peggioramento delle prospettive di crescita economica".

Ignazio Visco assicura comunque che il nostro debito pubblico continua ad essere "sostenibile".

"Il debito pubblico dell'Italia è sostenibile", però il governatore di Banca d'Italia precisa che "deve essere chiara la determinazione a mantenerlo tale, ponendo il rapporto tra debito e prodotto su un sentiero credibile di riduzione duratura". "Ne risulta compromessa la capacità della politica di bilancio di contribuire alla stabilizzazione dell'economia; diventano angusti gli spazi per gli investimenti pubblici".

I costi sociali delle riforme possono essere attenuati "anche con l'intervento pubblico. Un clima di fiducia è indispensabile per portare a termine il processo di forma della governance economia europea".

Manovra:terreni gratis e flat per i prof - Ultima Ora
O anche alle società costituite da giovani imprenditori agricoli " che riservano una quota societaria ai predetti nuclei familiari pari al 30 %".


Il deficit non salirà come paventato da alcuni interlocutori, istituzionali e non, perché le stime del governo sono basate su una previsione di crescita tendenziale. Lo ha detto il ministro dell'Economia, Giovanni Tria, alla Giornata del risparmio. Il governo italiano non vuole in alcun modo l'uscita dell'Italia dall'euro o dall'Ue. All'Angelicum, nel centro di Roma, si respira lo scampato pericolo della mancata bocciatura del rating da parte di S&P venerdì scorso, ma anche il timore dei molti banchieri presenti di fronte a uno spread più che raddoppiato dall'insediamento del governo Conte. Tria ha aggiunto che che lo spread mette sotto pressione le banche, nonostante il sistema sia solido e vi sia stata un'importante riduzione delle sofferenze. "Per questo il futuro dell'Italia non può prescindere da quello dell'Europa tutta", sottolinea. Per il Capo dello Stato "i risparmi delle famiglie rappresentano un elemento di forza che va accuratamente tutelato. Esso unito all'equilibrio dei bilanci pubblici, espressamente richiamato dalla Costituzione, è condizione essenziale dell'esercizio della effettiva sovranità del paese".

"Premi elevati a copertura del rischio sovrano - ha spiegato il governatore alla Giornata mondiale del risparmio - rendono più difficile il controllo della dinamica del rapporto tra il debito pubblico e il prodotto".

Patuelli, aumento fisco su banche colpisce ripresa - "Combattiamo ogni ipotesi di aumento delle imposte sulle banche che indebolirebbe la ripresa, oltretutto quando, nel 2019, la Bce realizzerà nuovi stress test sulle banche".

Latest News