L'Isis attacca un bus di cristiani: sette morti e 14 feriti

Egitto attacco a bus di cristiani copti almeno sette morti

Attacco a bus di cristiani copti: "Almeno 7 morti"

Il vicario patriarcale e portavoce della Chiesa, Padre Hani Bakhoum, ha confermato che c'è stato un attacco terroristico a un bus di pellegrini copti e ha notato che circolano informazioni non-confermate anche su alcuni morti. "Alcuni parlano di sette morti e 14 feriti, altri parlano di una decina" di vittime, "altri parlano di cinque".

Si stavano recando al monastero di San Samuele, attraverso una strada secondaria, quando, lungo il tragitto per Minya, è cominciato l'assalto dei tre autobus in cui viaggiavano. I copti sono un'importante minoranza etnico-religiosa che rappresenta circa il 10-15% dei cento milioni di egiziani e la più grande comunità cristiana del Medio Oriente.

I fedeli cristiani si sono stretti oggi, sabato 3 novembre, nel dolore intorno alle vittime, ben sette, dell'attacco avvenuto il 2 novembre a Minya in Egitto: consistenti le misure di sicurezza adottate durante le esequie.

Festa in casa Negramaro: è nata la piccola Stella, figlia di Giuliano
La pagina Facebook del gruppo, infatti, è stata invasa di post, con auguri e messaggi affettuosi alla coppia di neogenitori. Nell'occasione Sangiorgi ha inaugurato il suo nuovo profilo Instagram proprio con questo lieto annuncio.


Da anni sono nel mirino dell'Isis per il loro sostegno al presidente Abdel Fattah al-Sisi che, guidando la rivolta popolar-militare del 2013, scacciò i Fratelli musulmani e salvò i copti dal rischio di diventare "cittadini di serie B" sotto il regime di stampo teocratico della Fratellanza.

E' stata la tv panaraba Al Arabiya citando "fonti copte" a indicare sul suo sito che gli autobus colpiti sono stati tre.

Forte la condanna che arriva dall'Ambasciata d'Italia in Egitto, dichiarando anche che "l'Italia è al fianco del Governo e del popolo egiziano nella lotta al terrorismo e a sostegno della diversità religiosa e culturale".

Latest News