Midterm, Trump perde la Camera

Perché le elezioni Usa sono un referendum su Trump

Gli Stati Uniti al voto di Midterm: prevista un’affluenza “record”

Con tutta la sua imprevedibilità e la sua politica di continue impressioni e sensazioni, che sembrano spesso poco razionali, Trump ha di fatto imposto una leadership che prima si è posta come anti-sistema, poi ha affrontato questioni geopolitiche in modo totalmente nuovo nei confronti dell'Europa in particolare. "Siamo tutti stanchi delle divisioni", ha detto.

Ma anche per i dem saranno due anni durissimi.

Paulette Jordan non diventerà dunque la prima governatrice nativo americana degli Stati Uniti.

Una Camera dei rappresentanti chiaramente democratica e un Senato più repubblicano di prima aumenteranno la polarizzazione politica del Paese: fra i due partiti, fra l'America rurale e quella urbana, i giovani diplomati e quelli che non lo sono, i giovani e gli anziani, gli internazionalisti e gli isolazionisti. L'incertezza, comunque, resta reale. Ma il risultato di questo gigantesco sondaggio sulla sua figura, dopo due anni tormentatissimi e logoranti, danno l'idea che il presidente, attaccato da tutte le parti, ha indubbiamente sfoderato un'incredibile forza di resistenza, basata con tutta probabilità sull'ottimo andamento dell'economia americana, con una disoccupazione che è di poco superiore al 3 per cento, un dato che molti economisti definiscono quasi fisiologico. E a fargli da traino potrebbe essere il più carismatico Andrew Gillum, se questi dovesse diventare il primo governatore afroamericano del Sunshine state ai danni del falco e 'Trump style' Ron DeSanctis.

Ci sono in questa linea economica dei problemi che sono venuti a galla e che hanno risvegliato in un certo senso il Partito democratico. Lo sarebbe stata se i repubblicani avessero perso anche la maggioranza in Senato. Per ottenere il controllo della Camera, i democratici dovranno guadagnare 23 seggi. Secondo le previsioni della NBC, otterranno 52 seggi. L'ultima stima prevede un guadagno per i democratici compreso tra i 25 e i 40 seggi, sufficiente quindi a riconquistare la maggioranza.

La conferma delle Spice Girls: il ritorno senza Victoria Beckham
Biglietti in vendita dal 10 novembre , dunque, per un ritorno sulle scene di cui si parlava da quasi un anno. Nel frattempo arriva Geri che siede alla sua scrivania, ha un tubino di paillettes blu.


La Camera dei Rappresentanti dovrebbe passare invece ai democratici.

Ed è lo stesso Donald Trump ad aver chiamato la leader dei Democratici alla Camera Nancy Pelosi per congratularsi per il successo.

Dal 1934 ad oggi nelle Midterm solo due volte il partito del presidente ha guadagnato seggi in entrambi i rami del Congresso. L'onda blu che doveva umiliare i repubblicani non si è materializzata del tutto, i democratici prendono la Camera (si votava in tutto il paese) ma non il Senato (si votava soltanto in alcuni stati dove i trumpiani sono molto forti). Dei 9 seggi in mano repubblicana, solo pochi sono quelli dove esiste una concreta possibilità di vittoria dei democratici. I democratici solo in otto stati. È probabile che il presidente cerchi di fermare anche Mueller; e più difficile sarà lavorare per Jay Powell, il presidente della Federal Reserve le cui politiche monetarie sono invise a Trump.

Roma - Negli Stati Uniti questo è l'Election Day per il cosiddetto "voto di midterm" , il voto di metà mandato che rinnoverà gran parte del Congresso (l'equivalente del nostro Parlamento): seggi aperti in 37 Stati e nel District of Columbia, dove si trova la capitale federale, Washington. Facebook ha bloccato 30 account della sua piattaforma e 85 su Instagram sospettati di essere in un piano di entità straniere per interferire sul voto.

Latest News