L'onda rosa travolge il voto americano

Wall Street alla prova elezioni Midterm come si è mossa nell'era Trump

I Democratici riconquistano la Camera dopo 8 anni. Ma il Senato resta ai repubblicani

Il presidente Donald Trump ritiene che "probabilmente" la Camera passerà sotto il controllo dei democratici. "Il Congresso democratico lavorerà per soluzioni che ci portino insieme, perché ne abbiamo abbastanza di divisioni", ha dichiarato.

Discorso analogo a quello della Camera (ma di segno politico opposto) per il Senato, dove i Repubblicani rispettano i pronostici, non solo mantenendo la maggioranza ma anzi rafforzandola ulteriormente (arrivando a 54-55 seggi).

"Gli ebrei americani come me - non ortodossi, non repubblicani, che sono almeno i tre quarti del totale - tendevano a considerare la palese inclinazione di Netanyahu a prendere le distanze da noi come un calcolo". In questi sedici anni, quando il Partito Democratico è stato in minoranza, Pelosi ne era la capogruppo; quando è stato in maggioranza, Pelosi era lo speaker della Camera, la presidente, cioè la carica più alta in grado al Congresso e la terza persona in linea di successione al potere dopo presidente e vicepresidente.

Femminista, italo-americana e naturalmente ricchissima è il candidato ideale per sostituire Hillary Clinton nell'immaginario collettivo populista americano per incarnare, anche visivamente, l'ideale del "nemico", archetipo che era scomparso con la scomparsa dalla scena politica della Clinton, bistrattata dalla vittoria di Donald Trump nelle elezioni del 2016. Per rendere l'idea, anche un acchiappavoti come Ronald Reagan impattò in elezioni Midterm sfavorevoli, per non parlare di un Obama che, letteralmente travolto dall'onda rossa repubblicana, perse il controllo di entrambe le Camere, cosa che a Trump non è successa.

La democratica progressista Alexandra Ocasio-Cortez è stata eletta nel suo distretto per la Camera nello stato di New York e con i suoi 29 anni diventa il più giovane membro del Congresso della storia americana. Mentre nel Sunshine State Bill Nelson dopo un testa a testa si è dovuto arrendere all'ex governatore repubblicano Rick Scott. Alle elezioni di midterm li ultimi dati pubblicati sul sito della Cnn danno i dem in vantaggio con 220 seggi contro 198 alla Camera. Con ogni probabilità, per esempio, i Democratici approveranno l'aumento del salario minimo, l'allargamento della copertura sanitaria governativa oggi fornita ai più poveri, una legge contro le emissioni inquinanti, una sull'immigrazione, una che stanzi molti fondi per le infrastrutture, eccetera, e proveranno a incalzare i Repubblicani e metterli nella condizione di dover decidere se rifiutarne la discussione, pagandone un prezzo in termini di popolarità, oppure venire a compromessi, accettando l'approvazione delle proposte-bandiera dei loro avversari.

La Casa Bianca ha minimizzato i risultati del voto e più che di un'onda blu dei dem ha parlato di "un'increspatura", sottolineando come l'agenda del presidente non cambierà.

Midterm Usa, i dem vincono ma per Trump sembra un pareggio
Poi c'è la democratica Sharice Davids che ha vinto in Kansas ed è diventa la prima donna nativo-americana in Congresso . Le prime due deputate musulmane sono state elette alla Camera dei rappresentanti negli Stati Uniti .


La democratica Elizabeth Warren, papabile candidata alla presidenziali 2020, ha vinto le elezioni in Massachusetts per il Senato.

Il democratico Bob Menendez vince in New Jersey la corsa per il Senato, conquistando così il suo terzo mandato nonostante le accuse di corruzione.

La Casa Bianca ha reso noto che il presidente ha poi chiamato i leader del Congresso, repubblicani e democratici.

La vittoria Dem alla Camera rappresenta una sconfitta su scala nazionale per il partito dell'inquilino della Casa Bianca e mette in difficoltà i Repubblicani in vista delle elezioni del 2020. È la proiezione della Cnn.

"Trump non potrà più fare Trump".

Nello stato di New York riconfermato governatore il democratico Andrew Cuomo.

Latest News