Trump zittisce un reporter CNN

Trump domanda

La Casa Bianca mette alla porta il giornalista della CNN sgradito a Trump

Il riferimento è al momento in cui Acosta si è rifiutato di restituire il microfono alla dipendente della Casa Bianca nel corso della conferenza stampa incriminata, ma tutti i giornalisti presenti smentiscono che l'inviato CNN abbia messo le mani addosso a qualcuno. La libertà di stampa è vitale per la democrazia. L'ufficio stampa della White House ha ritirato le credenziali d'accesso al noto giornalista, un fatto praticamente inedito nella storia recente statunitense. "Io governo, tu pensa alla Cnn", ha proseguito il presidente cominciando a passeggiare nervosamente avanti e indietro, mentre il personale della Casa Bianca cercava di togliere il microfono al giornalista. Di fronte all'incalzare di Acosta, Trump si è innervosito: "Sei un maleducato, un nemico del popolo, la Cnn dovrebbe vergognarsi di averti come corrispondente alla Casa Bianca".

Nel sospendere l'accredito di Acosta, la Casa Bianca ha spiegato appunto che la decisione è legata al contatto fisico fra Acosta e la stagista. L'emittente americana ha aggiunto che la sospensione del pass di Acosta sarebbe una "ritorsione per le domande incalzanti fatte in conferenza stampa" e ha accusato Sarah Sanders di avere mentito.

L'onda rosa travolge il voto americano
Mentre nel Sunshine State Bill Nelson dopo un testa a testa si è dovuto arrendere all'ex governatore repubblicano Rick Scott . La Casa Bianca ha reso noto che il presidente ha poi chiamato i leader del Congresso , repubblicani e democratici .


"Gli attacchi alla stampa da parte del presidente Trump non sono solo pericolosi, sono non-americani in maniera inquietante", ha replicato la Cnn. "Se lei lavora meglio, lavoro meglio anche io".

Ma anche altri colleghi hanno avuto difficoltà ad ottenere da Trump risposte a domande evidentemente sgradite. "Lei si occupi di CNN". Quando la questione era poi esplosa, nel giugno 2016, Trump aveva detto proprio alla Cnn che se fosse stato eletto non avrebbe revocato gli accrediti, perchè alla Casa Bianca "è una cosa diversa".

Latest News