Napoli, dopo il Genoa parla Ancelotti jr: "Anche papà fa il turnover"

Giugno 2007 Genoa e Napoli pareggiano 0-0 e tornano in A. La festa dei tifosi

Giugno 2007 Genoa e Napoli pareggiano 0-0 e tornano in A. La festa dei tifosi

Proprio questo spirito è l'arma vincente di Ancelotti nella prima parte di campionato. Ok, poi per portare a casa oltre alla pelle pure i tre punti è stato necessario un autogol del Genoa e un controllo interminabile del Var e però alla fine, a furia di nuotare e strisciare nel fango a tipo marines, gli uomini di Ancelotti ci sono riusciti.

Il compito delle interviste spetta quindi al figlio Davide, il suo secondo, uno che nel 2000 a Perugia aveva 10 anni...

Nel Borneo le pitture figurative più antiche - Giornale di Sicilia
Lo studio è stato pubblicato sulla rivista di carattere scientifico " Nature " ed è stato condotto da una squadra di esperti guidati da Maxime Aubert della Griffith University .


Una problematica in più ma siamo stati bravi ad affrontarla e abbiamo dovuto cambiare il modo di giocare. Anche se all'inizio eravamo un po' di difficoltà perché il Genoa segue a uomo, abbiamo costruito gioco in modo diverso e commesso errori di posizione... ma le partite si vincono anche in questo modo. "Ha fatto turnover anche lui oggi". La squadra si è adattata subito. Dopo quella sconfitta con la Sampdoria ce ne andiamo con molta soddisfazione. Abbiamo vinto e questo è l'importante, questo ci dà tranquillità per la sosta. Da che stavano giocando (male) a pallone, infatti, gli azzurri si sono ritrovati improvvisamente ad affrontare nell'acqua diverse specialità sportive: il nuoto, disciplina in cui hanno mostrato grandissime abilità Allan e Mario Rui, la pallanuoto, in cui ha potuto mettersi in mostra non senza applausi Ospina, la corsa, in cui tutti i record sono stati battuti da Mertens e Hysaj e il tiro a segno in cui ha dato prova di grandissima capacità Fabian Ruiz da ieri giustamente ribattezzato RainMan per via di questa sua sorprendente quanto inaspettata capacità di giocare a pallone e far gol con l'acqua alla gola come se niente fosse. Poi si è soffermato sul suo ruolo: "Faccio lo stesso lavoro dei miei colleghi dello staff, l'unica differenza è che a volte posso essere più diretto nella comunicazione con mio padre. Noi dobbiamo pensare a noi stessi e guardare avanti".

Latest News