Italia, titolari e ritmo contro la multinazionale Georgia

Rugby Italia Ghiraldini Faremo di tutto per battere la Georgia

Italia Georgia/ Rugby, streaming video e diretta tv: orario e risultato live del test match

Gli azzurri hanno saputo fronteggiare proprio i punti di forza dei georgiani, limitandoli in mischia e lottando sui punti d'incontro.

Partita carica fin da subito, con entrambe le formazioni intenzionate a girare la partita secondo il proprio modo di giocare. Il centro dell'Exeter si fa perdonare tre minuti dopo schiacciando a sua volta in meta dopo quattro cambi di gioco alla mano. Allan trasforma per il 10-7 riportando colore sul viso dei tifosi italiani.

Italia vs Georgia 28-17. Dal primo minuto si rivedono il capitano delle Zebre Tommaso Castello, che farà coppia con Campagnaro e sull'ala Tommaso Benvenuti. In superiorità numerica dal 28′ dopo il giallo per Tsutskiridze (entrataccia su Sperandio in volo) gli azzurri premono con grinta ma con poca lucidità negli ultimi dieci metri: dopo una meta annullata al 33′ tornano avanti nel punteggio prima con un altro piazzato di Allan, poi con una meta di Bellini, per il 18-7 con cui si chiude la prima frazione.

Milan-Juventus 0-2: come col Pipita ma senza il Pipita
Quando giochi contro squadre in cui hai militato l'emozione è diversa, però ormai è acqua passata e mi prendo la responsabilità. A San Siro la Juventus passa in vantaggio al 7' grazie al colpo di testa di Mandzukic , raddoppia Cristiano Ronaldo all'81'.


Ne è scaturita una partita molto combattuta anche se non entusiasmante, ma la posta in palio era particolarmente elevata per ambedue le compagini anche se il divario tecnico era evidente a favore degli azzurri che con il passare dei minuti emergeva sempre di più, tant'è che il 1° t.si chiudeva con l'Italia in vantaggio 18 a 7. La Georgia accusa ancora il colpo: Polledri recupera un gran pallone a centrocampo, Tebaldi allarga su Steyn che apre la strada alla corsa di Tommaso Allan, che vola in meta a siglare il 28-10, pur mancando anche stavolta la trasformazione.

Quando però il match sembra ampiamente nelle mani dei ragazzi di O'Shea arriva l'episodio che rimette tutto in discussione: bel contrattacco georgiano con la corsa lungolinea di Kveseladze, che sul placcaggio di Sperandio serve Bitsadze, messo a terra da Benvenuti un attimo prima di ricevere il pallone. Sul 28-17 e con un uomo in meno l'Italia è costretta a soffrire, i georgiani spingono come degli ossessi e gli azzurri commettono qualche errore di troppo, ma gli ingressi di Pasquali, Fuser e Meyer danno nuovo ossigeno all'Italia.

Questione di fame di vittoria e di gloria, più che di strategie e di muscoli oggi fra Italia e Georgia al Franchi di Firenze alle 15 (diretta DMax).

Latest News