Reddito di cittadinanza, a Crotone sarà record

Reddito cittadinanza, perché può essere un (pericoloso) boomerang

Come prendere il reddito di cittadinanza e lavorare in nero

Ma esistono anche dei possibili effetti collaterali del reddito di cittadinanza, che in caso di introduzione potrebbe essere sfruttato in maniera 'furbesca' per ottenere un doppio assegno, quello del lavoro e quello del reddito. Cifre alte anche a Napoli, Palermo e Caltanissetta, dove a rientrare nel sussidio sono una famiglia su cinque.

La provincia italiana in cui si registra il numero più alto di famiglie bisognose è Crotone, in Calabria, con 19.500 famiglie interessate, raggiungendo una percentuale del 27,9% sul totale. Lo dimostra l'analisi del Sole 24 Ore del Lunedi' sugli Isee ordinari presentati in Italia nel 2016 (ultimo dato disponibile) e monitorati dal ministero del Lavoro. Evidente il divario tra Nord e Sud: a Belluno una famiglia su 30 rientrerebbe nei parametri, a Bolzano una su 40.

Così come annunciato dal Movimento 5 Stelle, che ha stanziato 9 miliardi nella manovra di bilancio 2019, il reddito di cittadinanza sarà destinato alle famiglie con un Isee fino a 9360 euro annui.

Domenica Live, anticipazioni e ospiti di oggi 11 novembre
Abbiamo telefonato: "ha risposto un amico dicendoci che è stato male e che stavano aspettando i medici", aveva spiegato la scorsa settimana.


I soldi non bastano, perchè le famiglie bisognose sono molte di più di quelle preventivate.

Le statistiche parlano per il VCO di un reddito medio di 14 mila euro pro capite, un pò al di sotto del livello medio piemontese; ricordiamo però che sui numeri del VCO pesano i frontalieri che, occupati in Svizzera, per l'Italia hanno redditi quasi nulli. L'8,8 per cento delle famiglie del Lazio sarebbero interessate dalla misura annunciata dal Governo, che in termini numerici significa 232.900 famiglie (cioè le 173mila famiglie di Roma e provincia più altre 60mila delle altre provincie della regione). Giovani e sempre più povberi e sono 24mila i pasti distributi alla Mensa dei Poveri e quasi duecento persone che sono accolte nel Dormitorio del Don Tonino Forte. Compresa l'ipotesi di trasformare il reddito, a certe condizioni, in un incentivo ad assumere i giovani disoccupati.

Latest News