Novità pensioni, Quota 100: possibili tagli sugli assegni dal 5 al 30%

"Nella stima del governo è incorporata l'idea che la metà delle persone che potrebbe utilizzare la misura non vada in pensione", ha concluso. L'avvertimento arriva dall'Ufficio parlamentare di Bilancio (Upb), organo indipendente che passa al vaglio numeri e progetti economici del governo. Chi usufruisse della cosiddetta Quota 100 per andare in pensione, potrebbe infatti avere penalizzazioni sull'importo dell'assegno che crescono "da circa il 5 per cento, in caso di anticipo solo di un anno, a valori oltre il 30 per cento se l'anticipo è di oltre 4 anni". Ovviamente, però, le cifre variano da persona a persona, in base allo stipendio e al percorso professionale: bisogna quindi analizzare con attenzione la propria situazione.

Atlantia: Strage Ponte Morandi pesa sui conti dei primi 9 mesi
Il risultato ante oneri finanziari è pari a 1,6 miliardi (-13%). Mentre per l'aeroporto di Nizza il traffico segna un +4,2%. Atlantia alza il velo sui risultati dei primi nove mesi.


Nonostante il ministro dell'Interno e vicepremier Matteo Salvini abbia più volte dichiarato che non vi sarà alcuna penalizzazione per chi usufruirà di "quota 100" per andare in pensione anticipata, le cose non starebbero esattamente come annunciato dall'esecutivo, in quanto chi deciderà di andare in pensione prima subirà un taglio all'assegno mensile. I tecnici dell'Upb hanno quindi preso i parametri dell'aspettativa di vita attuale, "spalmando" l'intera erogazione pensionistica su questo arco di tempo stimato. 437mila platea 'quota 100', +13 mld spesa nel 2019. E' il calcolo dell'Upb, illustrato dal presidente Giuseppe Pisauro in audizione sulla manovra, in cui ha sottolineato anche che la platea potenziale per il 2019 sarebbe di "437.000 contribuenti attivi".

Latest News