Torna nel motomondiale Romano Fenati

Il gesto che costò la squalifica a Romano Fenati

Il gesto che costò la squalifica a Romano Fenati

La squadra che lo ha ingaggiato è il team Sniper, gestito dalla famiglia Cecchini, la stessa che lo aveva licenziato il giorno dopo il GP di San Marino, il 10 settembre.

Attentato sventato in casa del giornalista di Report: salvato da un cane!
L'inviato di Report, Federico Ruffo , è stato vittima di un attentato incendiario - fortunatamente fallito - nella sua abitazione di Ostia.


"Un segno tangibile della volontà di Romano di voler voltare pagina, azzerando completamente quello che è stato il suo passato - racconta una fonte vicina al management dell'ascolano -. La volontà è quella di ripartire, per così dire, da zero, dalle macerie di un episodio sgradevole verso un nuovo percorso che darà a Fenati l'occasione di rifarsi e ricostruire una carriera al vertice, visto il talento che nessuno gli nega". A supporto di questa manovra c'è anche lo sponsor OCTO Telematics, già nel Mondiale tra il 2015 ed il 2017 ma con il team MotoGP Pramac Racing. Tutto inizia con l'esposizione della bandiera nera durante il GP di Misano per il folle gesto compiuto ai danni di Stefano Manzi. Nonostante le dichiarazioni rilasciate a caldo dopo l'incidente a Misano (aveva afferrato il freno del rivale in pista Stefano Manzi, rischiando di causare un pericolo incidente vista l'alta velocità), in cui il pilota ascolano parlava di ritiro dalle corse, sembra invece certo il ritorno nel 2019. Al pilota viene sospesa anche la licenza, in un primo momento per la durata di otto mesi, poi ridotta a cinque in seguito alla richiesta di patteggiamento al Tribunale Federale della FIM per la violazione dell'articolo 1.2 del Regolamento di Giustizia della FIM. La prima volta dallo stesso team Snipers in Moto 2, la seconda dal Forward MV Augusta che aveva deciso di dargli una moto per il 2019.

Latest News