Puff Daddy piange la morte della sua ex

Puff Daddy piange la morte della sua ex

Puff Daddy piange la morte della sua ex

Restano ancora sconosciute le cause della morte della modella americana Kim Porter, storica fidanzata del rapper Diddy (alias Puff Daddy), trovata morta giovedì 15 novembre nella sua casa di Toluca Lake, nella San Fernando Valley, in California.

La carrieraSecondo i media locali la modella, originaria di Columbus, Georgia, da qualche settimana lamentava una forte influenza e presentava probabilmente i sintomi di una polmonite. Al momento però, le cause della morte sono ancora da accertare.

Lei e il rapper erano stati insieme per 13 anni (dal 1994 al 2007), tra alti e bassi.

Cambia tutto: freddo dalla Russia, neve e temperature giù di 10 gradi
Maglioncioni pesanti, sciarpe, berretti di lana e piumini stanno per diventare estremamente utili, se non fondamentali. Sul resto dell'Italia il tempo si manterrà tutto sommato discreto tra passaggi nuvolosi e ampie aperture.


Con il cantante la donna aveva tre figli, un maschio e due gemelle - Kim Porter aveva avuto un quarto figlio con il produttore discografico Al B. Fu lui stesso a raccontarlo: "Sono stato davvero fortunato ad avere delle relazioni grandiose che mi hanno dato dei figli fantastici. A loro va tutto il mio rispetto". Nel 1988 si era trasferita ad Atlanta per inseguire il sogno di fare la modella. Ha recitato anche in film e serie tv, come Law & Order, The Brothers e Mama, I Want to Sing.

Una fonte rimasta anonima ha fatto sapere a People che il rapper sarebbe rimasto distrutto dalla morte dalla notizia della morte dell'ex compagna: "Diddy è devastato e scioccato".

Latest News