Inceneritori, Salvini: "Con Di Maio troveremo l'accordo"

Manifestazione a Milano gli studenti bruciano le bandiere di Lega e M5S

Milano, studenti in piazza contro il governo: in piazza Duomo bruciate bandiere di Lega e M5S

Al contrario, nello stesso periodo, il Movimento 5 Stelle ha subito una flessione del 6,1%. Ma il warning non ha fermato la querelle: Salvini ha rilanciato e Di Maio ha di nuovo risposto.

ROMA "Il Movimento 5 stelle continuerà a promuovere la raccolta differenziata e mai potrà accettare che si costruiscano nuovi inceneritori in Calabria, così come auspicato dal ministro dell'Interno Matteo Salvini in Campania dove ha testualmente dichiarato "ce ne vorrebbe uno per ogni provincia". E Di Maio tenta di chiudere la polemica precisando: "A me dispiace che Salvini abbia deciso di lanciarsi in questa polemica e di creare tensioni nel governo".

"Le parole di Salvini sono uno schiaffo forte a Napoli e alla Campania", ha detto la terza carica dello Stato. Io non sono al Governo per fare finta di niente. Si inasprisce lo scontro Lega-M5s sui rifiuti con un secco botta e risposta tra il vicepremier Salvini e il presidente della Camera Roberto Fico.

La Toscana ha approvato una delibera per la contraccezione gratuita
Si stima infatti che in Toscana la trasmissione sessuale sia responsabile del 75,6% dei nuovi casi adulti di Aids. Non solo profilattici: la gratuità riguarderà moltissimi altri metodi anticoncezionali .


"La Campania - risponde indirettamente Salvini - è una delle poche regioni che dai rifiuti ci perde e non ci guadagna". Vallo a spiegare ai bambini che tra due mesi devono respirare merda. Anche per questo tutte le analisi epidemiologiche recenti condotte intorno agli impianti moderni non hanno evidenziato un aumento di patologie.

Questo nodo strategico è collegato alla dura contestazione contro l'Europa e si serve di una manovra finanziaria, che viene definita espansiva (forse è una pia speranza), e viene sbattuta in faccia ripetutamente, a voce e per lettera, all'Unione Europea, ai "soloni" sbiaditi e cocciuti di Bruxelles, alla politica che un'Angela Merkel in declino fa portare avanti da tutti i suoi vassalli sparsi per l'Europa, quelli che ora fanno gli zelanti, ma probabilmente sono già pronti al tradimento post-elettorale di maggio. Ma al ministro dello Sviluppo ha fatto eco anche il titolare dell'Ambiente, Sergio Costa, per sottolineare di non essere, anche lui, a favore degli inceneritori. "Noi non abbiamo nessuna intenzione di cambiare idea, non arretreremo di un millimetro, sia ben chiaro" concludono Bertani e Sensoli. Il Movimento tiene, però, al Meridione dove è ancora alto al 40%; d'altra parte, bisogna considerare che ha perso poco più di 7 punti di percentuale da marzo. Nel caso in cui li volessimo fare dovremmo trovare un compromesso.

"La contrarietà preconcetta ai termovalorizzatori - ha osservato il senatore di Forza Italia Renato Schifani - implica la persistenza di un'emergenza cronica in diverse regioni del Paese". L'immobilismo demagogico grillino non fa altro che aumentare le criticità e complicare la vita dei cittadini.

Latest News