La Commissione europea ha bocciato la legge di bilancio dell’Italia

Immagine di copertina

Credit JOHN THYS AFP

"Concludiamo che l'apertura di una procedura per deficit eccessivo basata sul debito è quindi giustificata" ha scritto la Commissione Ue nel suo rapporto sul debito italiano.

La manovra italiana, si legge ancora, vede un "non rispetto particolarmente grave" delle regole di bilancio, in particolare della raccomandazione dell'Ecofin dello scorso 13 luglio. E' una legge di bilancio sbagliata che non fa bene all'Italia. Lo conferma il vicepresidente responsabile per l'Euro, Valdis Dombrovskis, durante una conferenza stampa.

"Oggi confermiamo la nostra valutazione che il documento programmatico di bilancio è in violazione particolarmente grave rispetto alle raccomandazioni" indirizzate all'Italia, ha aggiunto Dombrovskis.

Nonostante la prima bocciatura, quella del 23 ottobre scorso, il governo di Giuseppe Conte aveva presentato un nuovo Documento programmatico di Bilancio (la lettera è stata inviata il 13 novembre scorso) lasciando immutato il deficit (2,4% del Pil per il 2019) e disattendendo alle richieste di modifica dettate da Bruxelles. "Questi numeri parlano da soli". Inoltre, voglio dire che l'impatto di questa manovra sulla crescita sarà probabilmente negativo dal nostro punto di vista. "Non contiene misure significative per rafforzare il potenziale di crescita, anzi, possibilmente il contrario", ha aggiunto il vice presidente della Commissione.

Con il Frecciarossa a Milano e Torino: si risparmia un'ora di tempo
Quando, da Bari, partiranno i due nuovi Frecciargento diretti a Roma, portando nel complesso a 10 i collegamenti con la Capitale. Un'altra novità sarà l'arrivo del Frecciarossa a Lecce che dal 9 dicembre unirà il capoluogo salentino a Milano e Torino .


"Il debito italiano rimarrà attorno al 131% per i prossimi due anni". Non vedo come perpetrare questa vulnerabilità potrebbe aumentare la sovranità economica. Invece, credo che porterà nuova austerity. Inferiore quindi alle stime del governo, ma che potrebbero rivelarsi perfino troppo ottimistiche, visto che proprio oggi l'Ocse ha tagliato le previsioni di crescita indicando per il nostro Paese un Pil in frenata all'1% nel 2018 e allo 0,9% per l'anno prossimo.

Se dalle tensioni sui mercati legati alla manovra italiana ci sarà un contagio alla stabilità di tutta l'eurozona, "ora" quest'ultima "ha strumenti sufficienti a far fronte agli shock" grazie ai provvedimenti presi in seguito alla crisi, con una "cassetta degli attrezzi sostanzialmente rafforzata".

Colpisce soprattutto il termine sonnambulo appioppato all'Italia: Il vero rischio è che l'Italia "proceda come un sonnambulo verso l'instabilità", dice Dombrovskis. "In una situazione di questo tipo il dialogo è più indispensabile che mai, la nostra porta è sempre aperta", ha sottolineato poi il commissario europeo agli Affari economici Pierre Moscovici. Conte, si apprende, spiegherà in dettaglio a Juncker la manovra e il suo senso, "al di là dei numerini". "Ma questo non significa che stiamo avviando ora una procedura per deficit eccessivo, perché ora spetta agli Stati membri" presentare la loro posizione "sulla nostra relazione", entro due settimane, ha continuato Moscovici. La spiegazione sarà contenuta in un dossier di "tante pagine e molto tecnico".

Latest News