Pensioni, Salvini e Di Maio rispondono alle critiche di Boeri

Pensioni: Quota 100, non ci sono fondi per la misura

Taglio pensioni d'oro e quota 100: ipotesi decreto legge o emendamento alla manovra

I vice premier Matteo Salvini e Luigi Di Maio insistono su quota 100 e attaccano il presidente dell'Inps Tito Boeri che in passato si era espresso contrario alla riforma delle pensioni.

"Uno pensa che a un certo punto si scenda con i piedi per terra - ha proseguito il presidente dell'Inps - e si obblighi tutti a misurarsi con i vincoli".

Can Oncu da record: debutto e vittoria a 15 anni in Moto3
Secondo posto per il campione del mondo Jorge Martin (Del Conca Gresini Moto3 ), con John McPhee (CIP - Green Power) terzo. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.


(Teleborsa) Si riaccende lo scontro tra Tito Boeri, presidente dell'Inps, e il governo.

Poi rispetto ai dati economici l'economista aggiunge "il governo ci ha chiesto delle simulazioni e ne abbiamo fatte tantissime". "L'Italia - ha detto Boeri intervistato dal Corriere della Sera - ha chiuso una campagna elettorale nove mesi fa con promesse impegnative - abolire la povertà, cancellare la riforma Fornero - e da allora la narrazione di chi ha le leve del potere non è cambiata". "I nostri dipendenti subiscono quotidianamente aggressioni, Salvini lo sa bene, abbiamo chiesto di rafforzare la sorveglianza". A una domanda sugli inviti a dimettersi, risponde: "Se il presidente del Consiglio mi convocasse e mi dicesse che non c'è più fiducia in me, non aspetterei un minuto di più". Ma quando ha sollevato il problema, lamenta Boeri, ha avuto solo aggressioni verbali e tentativi di screditarlo. "Non vorrei si arrivasse a soluzioni incompatibili con le risorse accantonate". Ma il suggerimento che il Presidente dell'Inps invia al Governo è di coinvolgere i Comuni che "hanno la maggiore esperienza e prossimità". "Ci sono i primi miliardi di euro per aiutare migliaia di italiani a uscire dalla gabbia che si chiama legge Fornero". Come sempre. Ma spetta all'Inps segnalare per tempo potenziali violazioni del patto intergenerazionale di cui è garante: le persone mi fermano per strada e mi chiedono se le loro pensioni verranno pagate. Boeri, quindi, smetta di fare politica e di stare una volta con i giovani, una volta con i pensionati a seconda delle convenienze: proprio lui che qualche settimana fa aveva proposto un ricalcolo generale con tagli enormi alle pensioni mentre qualche anno fa attaccava l'innalzamento dei contributi per l'uscita dal mondo del lavoro. La notizia è che l'Inps "ha sviluppato, su richiesta del governo, vari scenari compatibili con la dotazione in legge di Bilancio".

Latest News