Marco Mengoni, la sua rinascita parte da Milano

Marcianise Marco Mengoni al Centro Commerciale Campania per il firmacopie

Marcianise

"Non amo i muri, i confini e le barriere" ha detto oggi Marco Mengoni prima di commuoversi davanti a un progetto che muoveva i primi passi dopo mesi di lavoro, musica e pensieri e una notte di concerto a sorpresa alla Stazione Centrale di Milano.

Se è vero che la musica rappresenta un sensazionale mezzo di circolazione delle idee, è altrettanto vero che Mengoni, con questa trovata, ha voluto portare quest'ultima in quella che fino a qualche decennio fa era la sua originale ed originaria dimensione. Mengoni li ha firmati quasi tutti in prima persona avvalendosi di importanti collaborazioni e, per la prima volta, di alcuni feat. internazionali.

Se in più ci aggiungi gli incontri in anteprima in cinque città italiane con alcuni fan con cui ha condiviso il primo ascolto dei due singoli in luoghi come l'Orto Botanico di Brera e il Chiostro del Bramante a Roma, dove la bellezza, uno dei temi portanti del progetto, viene esaltata e la campagna a fianco di National Geographic per sensibilizzare l'umanità a non far soffocare il pianeta dalla plastica, ne esce un profilo che di anno in anno aggiunge profondità al suo perimetro.

"Durante questo viaggio mi sono sbloccato nella mia intimità artistica e ho avuto l'esigenza di condividere tutto, cominciando da Tom Walker - ha sostenuto - Prima ero restio a fare duetti ma questa volta ho seguito l'istinto condividendo con lui "Hola (I say)" nella scrittura e nell'adattamanto del testo in italiano: è il nuovo singolo". 'Leave the light on' è stato in cima alle mie playlist tutta l'estate.

Ruba 12 smartphone in centro commerciale, bloccato
Erano state notate aggirarsi con fare sospetto tra gli scaffali del supermercato dalla guardia giurata del centro commerciale. Rincorso dai commessi, è poi stato arrestato dai carabinieri.


Un altro duetto è quello con Vanessa Da Mata e I Selton in "Amalia" e in "La casa azul" c'è addirittura un cameo di Adriano Celentano.

Sono istanti che, anche se al momento insignificanti, sono determinanti per l'evoluzione e le strade percorse di tutti. Mille Lire vanta invece la produzione di Takagi & Ketra. Una canzone che intende, con l'ausilio di particolari echi sudamericani, insegnare come dopo ogni pugno ci si debba sempre rialzare, un credo che vede nella resilienza il dogma dal quale non di deve mai prescindere. L'album, oltre alla versione standard, ha 5 copertine diverse per 5 special edition da collezione, con un sottotitolo e un booklet completamente diversi dalle altre e una bonus track esclusiva. "Voglio" è il suo primo estratto, promosso prima dell'uscita ufficiale del disco, un brano fondamentale per il suo cammino perché "è stata sempre una parola lontana dal mio imprinting".

Nel 2019 prenderà il via l'Atlantico Tour nei palazzetti, esattamente il 27 aprile a Torino.

Latest News