Giornata mondiale AIDS. Alla Far iniziativa di Arcigay

Giornata mondiale AIDS. Alla Far iniziativa di Arcigay

Giornata mondiale AIDS. Alla Far iniziativa di Arcigay

"HIV? Diamoci una mossa", questo lo slogan del flashmob che si è svolto questa mattina alla stazione Termini di Roma per sensibilizzare sul tema della lotta all'AIDS, di cui si celebra la giornata mondiale il primo dicembre. Il flashmob è stato organizzato da Anlaids Lazio insieme al Circolo di Cultura Omosessuale Mario Mieli, alla Cooperativa Parsec, a Lisa Lazio e GAIA.

La giornata mondiale della lotta all'HIV-AIDS vuole ricordare le 45000 vittime italiane dell'HIV che sono decedute (soprattutto prima del 2015) e vuole mandare un messaggio che è prima di tutto contro ogni tipo di discriminazione.

"I dati delle nuove infezioni da HIV sono preoccupanti, soprattutto per i giovanissimi (15-24 anni) e per la nostra regione (prima in Italia nel 2017)". L'età minima è di 17 anni. Nel 2017 l'incidenza maggiore di infezione da HIV è nella fascia di età 25-29 anni. La modalità di trasmissione principale tra le nuove diagnosi HIV è attraverso rapporti eterosessuali. "L'incidenza delle nuove diagnosi di Hiv mostra una leggera diminuzione tra il 2012 e il 2015, con un andamento pressoché stabile dopo il 2015".

Giornata mondiale AIDS. Alla Far iniziativa di Arcigay
Giornata mondiale AIDS. Alla Far iniziativa di Arcigay

Il professore Antonio Cascio, direttore dell'unità operativa di Malattie infettive del Policlinico "Giaccone" di Palermo e organizzatore assieme ai dottori Giovanni Mazzola e Pietro Colletti, rispettivamente responsabili dell'unità Co-infezioni e responsabile dell'unità Aids della stessa unità operativa universitaria: "In Sicilia si stimano circa 3.500 pazienti Hiv positivi distribuiti nelle diverse province, anche se non esiste a livello regionale un registro dei soggetti in trattamento con farmaci antiretrovirali e non è disponibile un network regionale". E' stato ribadito l'allarme che riguarda soprattutto gli adolescenti, soprattutto ragazze eterosessuali, che vengono contagiate: ogni 2 minuti secondo dati UNICEF un adolescente viene contagiato.

Bisogna ricordarsi che il virus si trasmette con sangue, sperma, secrezioni vaginali e latte materno!

È una situazione che non ha eguali nel mondo. Questo comportamento porta alla diffusione anche inconsapevole dell'infezione e ad un ritardo nell'accesso alle cure. Lo affermano, in vista della giornata mondiale dell'1 dicembre, i dati del Centro Operativo Aids (COA) dell'Istituto Superiore di Sanità (ISS). "Un problema che è legato principalmente alla sottostima individuale del rischio di trasmissione perché, sottostimando la probabilità di essere state infettate, le persone non si sottopongono al test e giungono alla diagnosi solo in presenza di sintomi severi, che compaiono quando le difese immunitarie sono già molto depresse". In tutte e tre le Aziende sanitarie della Toscana operano consultori in grado di fornire consulenze, visite e prescrizione di accertamenti diagnostici, svolgendo attività di prevenzione e diagnosi delle malattie sessualmente trasmesse.

Pokemon Go, in arrivo gli scontri player contro player
Niantic , che già nelle scorse ore aveva fatto trapelare alcuni indizi , non ha ancora svelato i dettagli riguardo questa nuova funzione.


Latest News