Vialli: ''Così il tumore mi ha migliorato: porterò le mie figlie all'altare''

Vialli L'esperienza del tumore mi ha reso una persona migliore

Gianluca Vialli racconta il cancro: «L'ho affrontato come facevo da calciatore, dandomi...

"Faccio fatica a dirlo ma credo che questa esperienza, di cui si farebbe volentieri a meno mi abbia reso una persona migliore". Parla così della battaglia contro il tumore di Gianluca Vialli il ct della Nazionale, Roberto Mancini, ospite di 'Radio anch'io Sport' su Rai Radio1. Personalmente ho affrontato questa malattia con lo stesso spirito che avevo da calciatore. "Vedo molto bene Roberto".

Rivoluzione dell'età: anziani solo dopo i 75 anni
Attualmente la statistica individua nella media di 85 anni la longevità per le donne e di 82-83 per gli uomini. Gli stereotipi sono duri a morire, ma la realtà è testarda e alla fine ottiene la meglio sul luogo comune.


"A mio parere sta rigenerando tutto l'ambiente e ho visto diversi passi avanti nelle ultime uscite della Nazionale, forse gli manca un attaccante.". "Ricevere una notizia del genere" assicura "aiuta a dare più valore alla famiglia e alle cose, e in un certo senso a prendersi più cura di se stessi". Tutto è successo in maniera improvvisa. Poi mi sono dato obiettivi a breve scadenza, come la chemio e le terapie. In chiusura, Vialli ha voluto ringraziare tutti i tifosi che hanno esposto striscioni in suo favore negli stadi. "E' stato bellissimo e commovente, sono passati tanti anni da quando giocavo ma si ricordano ancora".

Latest News