Catania, arrestata 26enne: avrebbe ucciso figlio di 3 mesi

Catania, uccide il figlio di 3 mesi lanciandolo a terra: madre arrestata

Uccide il figlio lanciandolo a terra: "Non volevo, avevo la mente oscurata"

Tragedia a Catania. La polizia ha arrestato una 26enne con l'accusa di avere ucciso il proprio figlio di tre mesi lanciandolo a terra.

Il piccolo è stato ricoverato subito presso il pronto soccorso dell'ospedale Cannizzaro di Catania e poi, da qui, intubato per via oro-tracheale, non sedato, pallido ed ipoteso, presso l'unità di rianimazione pediatrica dell'ospedale Garibaldi Nesima di Catania, dove è stato ricoverato in prognosi riservata per la presenza, tra l'altro, di un imponente ematoma nella regione parietotemporale destra con numerose emorragie sparse su tutto l'ambito retinico. Al ricovero la madre del bambino aveva riferito che il figlio si era fatto male cadendole accidentalmente dalle braccia a causa di una spinta che si era dato da solo. La notizia è stata resa nota oggi dalla procura con un comunicato, dopo che il commissariato Borgo Ognina ha eseguito nei confronti della donna un'ordinanza cautelare in carcere emessa dal gip, su richiesta della procura, per omicidio aggravato dall'avere agito contro il discendente. "È stato un incidente, mia figlia amava tanto suo figlio e lo ha voluto con tutte le sue forze" ha spiegato infatti l'uomo confermando la tesi difensiva già annunciata dal legale della ragazza. Accanto a lui il padre del piccolo, che non ha voluto rilasciare dichiarazioni. Ai magistrati, ricostruisce il suo legale, l'avvocato Luigi Zinno, la donna ha detto di "essersi sentita male" e che la sua intenzione era di "gettarlo sul letto e non per terra". Successivamente si accertava che la caduta non era stata accidentale. Rimasta incinta, ha sofferto di una grave forma di depressione post-partum, che ha aggravato la sua condizione di persona fragile psicologicamente. Per questo motivo, suo padre le aveva fissato degli incontri con specialisti, visite alle quali non si è presentata.

Di Maio e Salvini confermano: "Autonomia del Veneto a dicembre"
Sono alla Contarina di Treviso , l'azienda leader nella raccolta e smaltimento di rifiuti, vi mostro il perché. Lo ha affermato vicepremier Luigi Di Maio , durante una visita a Spresiano .


Uno dei bambini era morto sul colpo e alcuni giorni dopo i medici hanno dichiarato anche la morte celebrale del secondo figlio. Così, nell'interrogatorio davanti ai Pm, la 26enne arrestata dalla polizia a Catania con l'accusa di avere ucciso il bambino di tre mesi scaraventandolo a terra.

Secondo quanto emerge da una prima, e non esaustiva, consulenza neuropsichiatrica sulla donna, disposta dalla Procura di Catania, la 26enne "non evidenzia alterazioni delle funzioni cognitive", ma, di contro, "l'affettività appare molto disturbata". La consulenza sottolinea la "necessità di cure e contenimento opportuni per prevenire peggioramenti e complicanze".

Latest News