Italia al top nell'Ocse per spesa delle pensioni di reversibilità

Pensioni reversibilità spesa Italia al top nell'area OCSE 
   	   
 

     L'OCSE

Pensioni reversibilità spesa Italia al top nell'area OCSE L'OCSE"Introdurre età minima per beneficio

Il tasso di sostituzione teorico, ovvero il reddito post-ritiro dal lavoro rispetto al reddito da lavoro, vede l'Italia al terzo posto con l'83%, dopo Danimarca (86,4%) e Olanda (96,9%), Paesi dove peraltro giocano un ruolo predominante gli schemi pensionistici obbligatori privati (71,6% e 68,2% rispettivamente) rispetto alle pensioni statali (14,8% e 28,7%). Il dato è legato anche alla bassa occupazione femminile.

In base al nostro Prodotto Interno Lordo (PIL), secondo l'l'Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico, l'Italia è il Paese che più spende per questa particolare prestazione.

E sono proprio le difficoltà che incontrano i pensionati nell'affrontare le spese di ogni giorno a spingere Uecoop a chiedere iniziative di tutela da parte del Governo: "Il bisogno di assistenza è in costante aumento - sottolinea Uecoop - con la popolazione over 65 che entro il 2050 sarà di 20 milioni contro i 13,5 attuali mentre i non autosufficienti diventeranno 5 milioni nei prossimi 10 anni".

Terremoto Nuova Caledonia, scossa di 7.5 gradi: evacuate coste per allarme tsunami
La Nuova Caledonia sorge infatti nella cosiddetta " cintura di fuoco " dell'Oceano Pacifico , un'area in cui i terremoti sono molto forti e frequenti.


In Italia la pressione fiscale scende leggermente ma restiamo comunque in sesta posizione, tra i Paesi che pagano piu' tasse al mondo. I destinatari di una pensione ai superstiti "non dovrebbero averla prima dell'età per il ritiro".

In Italia la pensione di reversibilità spetta al coniuge supersite (l'importo è pari al 60% della pensione) e ai figli se non hanno superato i 18 anni (26 se studiano all'Università). Al contrario spendono meno dello 0,5% del Pil dodici Paesi tra cui Australia, Svezia, Canada, Norvegia e Regno Unito. Potrebbero quindi essere previsti benefici temporanei per adattarsi alla nuova situazione.

In casi particolari, come la famiglia composta da un coniuge superstite non lavoratore e due o più figli a carico di quest'ultimo, l'assegno di reversibilità è erogato sempre per intero. In una riforma "a bilancio neutrale" le pensioni dei single dovrebbero essere superiori a quella di uno che vive in una coppia che beneficia di una pensione ai superstiti. "Innanzitutto - precisa Ganga - va detto che gran parte dei percettori di pensione di reversibilità sono cittadini e cittadine di età elevata che poco o niente hanno a che fare con le dinamiche del mercato del lavoro e semmai il problema Ocse andrebbe valutato nell'ambito dei cambiamenti della struttura della società italiana che registra un andamento (fortunatamente favorevole) rispetto all'aspettativa di vita". Infatti per un reddito oltre 3 volte il trattamento minimo (circa 19.800 euro lordi) il taglio dell'assegno è del 25%, oltre 4 volte il taglio è del 40%, e oltre le 5 volte la riduzione raggiunge il 50%. In pratica, poiché nel nostro Paese la percentuale di lavoro femminile è molto bassa la pensione di reversibilità è essenziale per il superstite (nella stragrande maggioranza donne).

Latest News