Fca, un anno di cassa integrazione straordinaria a Mirafiori

Mirafiori, 3000 in cassa integrazione

Mirafiori | Cassa integrazione straordinaria | 2019

La cassa integrazione straordinaria avrà il via a partire dal prossimo 31 dicembre e terminerà il 29 dicembre 2019. Lo annuncia una nota dela Uilm Torino in cui si sottolinea che gli ammortizzatori sociali saranno utilizzati per l'avvio produttivo della 500 Elettrica e per la necessaria formazione dei lavoratori, oltre che per fronteggiare il calo delle commesse registrato nell'ultimo periodo per i tre modelli Maserati prodotti alle Carrozzerie di Mirafiori e all'Agap di Gruglisco (Levante, Ghibli e Quattroporte).

Il provvedimento interesserà operai, impiegati e quadri e sarà in crescendo a partire già dal 31 dicembre: dai 2.445 lavoratori interessati si passerà ai 2.595 del 14 gennaio; ai 2.755 de 28 gennaio; ai 2,915 dell'11 febbraio; ai 3.075 del 25 febbraio; ai 3.245 del 4 marzo. Lo ha comunicato Fca alle organizzazioni sindacali. Da gennaio, inoltre, è previsto il trasferimento di lavoratori dall'"Avvocato Giovanni Agnelli Plant" a Mirafiori per un massimo di 800 addetti complessivi. Ma la realtà è arrivata dopo pochi giorni: cassa integrazione. La musica non sta cambiando e i lavoratori pagano la mancanza e i ritardi degli investimenti industriali.

Gabriel Garko e l’omosessualità: "Di smentire non ne ho più voglia"
Sono profondamente spaventato dall'amore e, mai come oggi, non so più se è meglio darsi o egoisticamente ricevere e basta . La cattiveria dilagante sui social mi fa paura ed è anche per questo che posto molto meno.


Oltreoceano, Fiat sta faticando non poco e potrebbe ritagliarsi uno spazio importante nel mercato delle auto elettriche grazie alla nuova Fiat 500 Elettrica che andrà a sostituire l'attuale Fiat 500E, il modello a zero emissioni, prodotto da FCA solo per rispettare le normative di alcuni stati americani, che, come dichiarato a suo tempo da Marchionne, veniva venduto in perdita dal gruppo. "Si tratta di un provvedimento per certi aspetti obbligato, perché nei due impianti torinesi gli ammortizzatori sociali sono in esaurimento, ma che sarà utilizzato per l'avvio produttivo della 500 Elettrica".

"Sarà nostro compito vigilare affinché gli impegni assunti da Fca vengano concretizzati nei fatti", ha commentato Dario Basso, segretario della Uilm di Torino.

Latest News