Huawei, Stati Uniti ordinano arresto direttrice finanziaria. Cina: liberatela

Una fiera di tecnologia a Pechino il 26 settembre 2018

Una fiera di tecnologia a Pechino il 26 settembre 2018

Dura la reazione del governo di Pechino che, tramite l'ambasciatore a Ottawa, ha chiesto il "rilascio immediato" della "cittadina cinese" - questa l'espressione usata - denunciando addirittura la "violazione dei diritti umani".

Washington - Brutta tegola sul disgelo commerciale fra Trump e Xi , e più in generale sulle relazioni bilaterali Usa-Cina: Meng Wanzhou, 46 anni, vicepresidente e capo finanziario del colosso delle telecomunicazioni cinesi Huawei, nonché figlia del suo fondatore, Ren Zhengfei, è stata arrestata in Canada su richiesta degli Stati Uniti, fra l'altro proprio mentre la sorella 21enne Annabel Yao, studentessa ad Harvard, aveva l'onore di aprire le danze al Bal des Dèbutantes di Parigi.

L'arresto è stato elogiato negli Stati Uniti, dove il senatore Ben Sasse ha dichiarato all'Associated Press che la Cina è stata aggressivamente impegnata a minare gli interessi di sicurezza nazionale degli Stati Uniti, spesso "utilizzando entità del settore privato".

All'azienda sono state fornite poche informazioni riguardo le accuse e non è a conoscenza di alcun illecito da parte della signora Meng.

Decimo figlio per Eddie Murphy, è il secondo con Paige Butcher
Duplicatore di sé in multipli a sua immagine, a 57 anni c'è tempo e modo per prolungare la coazione a concepire. La coppia, che è insieme dal 2012, condivide già una bimba di 2 anni Izzy Oona .


Il colosso cinese ha affermato che "In occasione di in suo viaggio d'affari il CFO di Huawei Meng Wanzhou è stata provvisoriamente detenuta dalle autorità canadesi a nome degli Stati Uniti d'America - che ne chiedono l'estradizione - per far fronte ad accuse non specificate del distretto orientale di New York". Lo rende noto il dipartimento di giustizia canadesi. Ciò la rende una "preda" più a rischio, ancora di più di altre società tecnologiche cinesi vigorose, come Tencent o Alibaba.

Non è la prima volta che sulle compagnie di tlc cinesi si abbatte l'ira delle autorità americane.

Huawei è una provocazione pericolosa per il mondo intero. Altrettanto è stato fatto in Australia e in Nuova Zelanda e persino il Regno Unito sta valutando simili azioni. Meng è stata arrestata sabato a Vancouver, in Canada. Sebbene non sia l'unica società attiva in tale segmento commerciale, Huawei rappresenta uno dei giocatori principali della partita e anche in Italia, insieme a TIM e Fastweb, sta già sperimentando la rete 5G su apparecchiature proprietarie.

Latest News