Ancelotti e Napoli: "Questo è il posto giusto per restare a lungo"

Frosinone Longo

Moreno Longo

"Se tiferò Inter venerdì sera contro la Juve?". Ancelotti ha sfruttato nel modo migliore questa prima parte di stagione per approfondire la conoscenza con l'ambiente e con la stessa squadra, in realtà le prove che ha fatto sono state quasi tutte positive e proprio le conferme che ha avuto stanno rendendo possibile questa rotazione che non condiziona le prestazioni, visti i risultati ottenuti.

A Radio Marte nel corso di "Si Gonfia la Rete" di Raffaele Auriemma è intervenuto Marco Giannitti, direttore sportivo del Frosinone: "Il Napoli è una grandissima squadra, ma verremo a fare la nostra partita, nonostante tutte le difficoltà".

"Oggi no. Ho avuto la possibilità mesi orsono, ho parlato anche con la Figc". Il Italia c'è una Juve imbattibile, ma in Europa il Napoli può dire la sua.

Jean Todt: "Ho visto il Gp del Brasile insieme a Michael Schumacher"
Il tempo con Michael sarà sempre ricordato come il migliore della mia vita. "Vado a fargli visita almeno due volte al mese". Ci vogliamo bene perché abbiamo scritto insieme una storia incredibile e siamo rimasti uniti nei momenti difficili.


Ecco l'elenco completo: Ospina, Karnezis, Meret, Mario Rui, Maksimovic, Koulibaly, Ghoulam, Luperto, Malcuit, Hysaj, Zielinski, Fabian Ruiz, Rog, Allan, Diawara, Hamsik, Younes, Mertens, Callejon, Milik, Insigne, Ounas. "Nella completezza siamo molto competitivi". Con Sergio Ramos, Varane.

Infine, si ritorna al calcio giocato e in particolare al Campionato che per Ancelotti non è ancora chiuso: "La Juve è molto forte, molto continua, però inarrivabile no". Un ringraziamento di persona per essere stato testimonial, insieme ai giocatori, della campagna di comunicazione Fly the Flag ideata per gli Invictus Games, a cui il Gruppo ha partecipato lo scorso Ottobre a Sydney, conquistando 18 medaglie. Oltre a tante vittorie. "La società non aveva intenzione di modificare la struttura, la loro filosofia di lavoro e di promuovere un cambio generazionale dei giocatori, cosa che ora stanno facendo". "Anche quello che sembra strano o stravagante" ha detto Ancelotti, accompagnato dal responsabile della comunicazione del club azzurro Nicola Lombardo.

Latest News