Cinque ragazzini e una mamma le vittime della tragedia in discoteca

Corpi a terra numerosi feriti e tantissima paura per un evento le cui cause sono ancora da accertare

Corpi a terra numerosi feriti e tantissima paura per un evento le cui cause sono ancora da accertare

Il panico si è diffuso tra mezzanotte e l'una, prima dell'inizio del concerto. I titolari della discoteca sono stati già sentiti.

Secondo le testimonianze, a scatenare il fuggi fuggi generale la difficoltà che in molti stavano avendo a respirare; poi si scoprirà che era stato usato dello spray urticante: è probabile che qualcuno volesse utilizzarlo per compiere dei furti.

Gli investigatori stanno lavorando per accertare quante persone erano all'interno della discoteca: l'ipotesi investigativa è che il numero dei presenti fosse superiore a quello consentito. Ho il cuore spezzato, è una tragedia immane, vedere i lenzuoli che coprono il corpo di quei ragazzi è stato terribile": "non trattiene le lacrime di commozione il questore di Ancona, Oreste Capocasa, reduce da un nuovo sopralluogo alla discoteca. Si indaga contro ignoti per omicidio colposo plurimo. Nella nota diffusa dagli Ospedali Riuniti di Ancona, presso i quali è attivo il piano d'emergenza, si legge che i feriti nella ressa impazzita al concerto di Sfera Ebbasta presentano traumi cranici, al torace e agli arti. Non risultano ancora iscritti nel registro degli indagati. Le vittime sono due ragazzi, tre ragazze (tutti minorenni) e la madre di una ragazzina che aveva accompagnato la figlia all'esibizione.

RIMINI: Fiera, IEG sospende la quotazione in borsa
La quotazione in Borsa è sospesa, ma resta "uno degli obiettivi futuri della Società". Il periodo di offerta è iniziato il 28 novembre e terminato il 4 dicembre .


"È una tragedia che lascia impietriti". Questa molto probabilmente la causa dell'accaduto. Il racconto del giovane, che è ovviamente sotto shock, sarà comunque verificato in maniera più approfondita. È assurdo morire così.

AGGIORNAMENTO: "Quello che doveva essere un incontro gioioso si è trasformato in una tragedia inaccettabile". Il mio pensiero commosso va a queste vite spezzate e ai loro familiari. Il leader della Lega ha evidenziato le presunte responsabilità legate alla capienza del locale. A Corinaldo e ad Ancona arrivano il premier Giuseppe Conte e poi il ministro dell'Interno Matteo Salvini. "Prego per i morti e i feriti della discoteca a di Corinaldo" annuncia papa Francesco. "Il rispetto delle regole non è qualcosa di esteriore, ma salvaguarda la vita delle persone". "Il sistema sanitario si è mostrato efficiente anche sul fronte dell'assistenza psicologica". "Spero che oggi l'aula terrà un comportamento consono visto quanto accaduto". La famiglia vive a Senigallia. Così vedendo che tutti si stavano dirigendo verso le uscite di sicurezza, ed essendoci tanta gente, le persone si sono iniziare ad accalcare. "Il cerchio delle amicizie e degli affetti si sta stringendo attorno a questi ragazzi, come segno di vicinanza in questa ennesima tragedia della nostra regione". Sono stati proprio i minorenni nella calca ad avere la peggio in quanto sovrastati dai più grandi.

Tra le vittime di quella maledetta sera al Lanterna azzurra c'era anche Asia Nasoni, 14 anni, di Senigallia.

Latest News