Allarme meningite: immediatamente la profilassi, ecco dove

Ospedale San Giovanni Roma

Allarme meningite: immediatamente la profilassi, ecco dove

È ricoverato nel reparto rianimazione in isolamento il ragazzo di 27 anni presentatosi ieri mattina all'ospedale Santa Maria di Terni con sintomi riconducibili alla meningite meningococcica.

"Sta meglio" il ragazzo di 27 anni che ieri è stato ricoverato in Rianimazione all'ospedale di Terni per una sospetta meningite. "In particolare la palestra Tonic, sita in via del Centenario nei giorni 12 (ingresso ore 17.57), 14 (ingresso ore 17.27) e 17 (ingresso ore 11.13) e la discoteca Opificio il giorno 15". Anche la famiglia ed alcuni amici con cui ha avuto contatti in questi giorni sono stati convocati per sottoporli a profilassi: il pericolo è che in caso di infezione da meningococco il ragazzo abbia infettato qualcuno che gli stava accanto.

Nel frattempo, è stato allertato il servizio territoriale di Igiene e sanità pubblica della Usl Umbria 2 per la procedura di profilassi antibiotica ai familiari e alle altre persone che potrebbero essere entrate in contatto col paziente. Il giovane, infatti, nei giorni prima di recarsi al pronto soccorso, ma che risultava contagioso senza saperlo, ha frequentato una palestra ed una discoteca. "Nei soggetti di età inferiore ai 18 anni è raccomandata la rifampicina 10 mg/Kg di peso corporeo ogni 12 ore per 2 giorni".

In America scatta lo "shutdown" per il muro con il Messico
Si tratta del terzo shutdown del 2018: da quarant'anni non ce n'erano così tanti in soli dodici mesi. E circa 800mila dipendenti federali dovranno interrompere il loro lavoro e non saranno pagati.


Il meningococco è un germe labile e non sopravvive che pochi minuti lontano dal corpo umano; non "viaggia" nell'aria ma si trasmette in via diretta da persona a persona con le goccioline di saliva o le secrezioni respiratorie (tosse, baci) o attraverso l'uso di stoviglie in comune.

L'incubazione della malattia è usualmente 3-4 giorni e può arrivare fino a 10 giorni - spiega una nota - e i sintomi sono febbre, macchioline sulla pelle, stato generale compromesso, cefalea. Nei viaggiatori internazionali, la suscettibilità riguarda anche l'età adulta. I contatti dei contatti stretti del malato non sono assolutamente a rischio. Importante sottolineare che non è raccomandata la chiusura degli ambienti frequentati dal malato né la disinfezione, quindi palestra e discoteca restano fruibili.

Latest News