Il piccolo Alex operato a Roma: il padre dona le cellule

Il piccolo Alex

Operato il piccolo Alex

All'ospedale pediatrico romano, la procedura utilizzata per il bimbo è già stata adottata per il trattamento "di più di 200 pazienti, con risultati sovrapponibili a quelli ottenuti con i trapianti da donatore, familiare o non consanguineo, perfettamente compatibile". A donare le cellule è stato il padre del piccolo.

È stato operato a Roma, al Bambino Gesù, il piccolo Alex. Nei giorni scorsi erano stati completati tutti gli screening necessari per identificare il donatore di cellule staminali emopoietiche ed è stato infine selezionato il padre.

Marco Bocci e Laura Chiatti: furto in casa, paura per la coppia
Le indagini sono state affidate ai militari della Compagnia di Todi , ma i malfattori sembrano essere scomparsi nel nulla. Il rientro a casa dei coniugi è stato davvero amaro: tornati nella loro abitazione hanno fatto l'amara scoperta .


L'ultima settimana è servita al Alex per ricevere la terapia di preparazione al trapianto, mirata a distruggere le cellule portatrici del difetto genetico responsabile della sua patologia.

Le cellule del padre, dopo essere state mobilizzate e raccolte dal sangue periferico, sono state manipolate e infuse nel bambino nella giornata di ieri. "Il percorso trapiantologico potrà dirsi compiutamente realizzato presumibilmente prima della fine del mese di gennaio", fa sapere la struttura. La famiglia di Alex ha ringraziato tutti, per l'eccezionale sostegno e l'affetto mostrati e chiesto di conservare, nell'immediato futuro, lo stesso riserbo di questi giorni.

Latest News