La sonda Nasa New Horizons "telefona a casa" dai confini dell'universo

New Horizons sorvola Ultima Thule, il corpo cosmico più lontano

La Nasa ha raggiunto il punto più lontano mai esplorato dall'uomo

La sonda New Horizons è infatti arrivata a sfiorare Ultima Thule, un piccolo mondo ghiacciato distante dalla Terra più di 6,4 miliardi di chilometri, ai margini del sistema solare. Nei laboratori della Nasa la notizia è stata accolta tra applausi scroscianti e congratulazioni degli scienziati che hanno partecipato al progetto. La sezione più grande da 19 chilometri di diametro è stata chiamata "Ultima" mentre quella più piccola "Thule" (14 chilometri di diametro).

Nel suo passaggio vicino all'oggetto, un primitivo frammento del sistema solare alle sue origini, la sonda ha scattato immagini che verranno inviate sulla Terra nei prossimi mesi.

Alan Stern del team di New Horizons ha dichiarato "mai prima d'ora un team ha rintracciato un corpo così piccolo a così elevata velocità nell'abisso dello spazio, New Horizons ha realizzato una nuova soglia per la navigazione all'avanguardia dei veicoli spaziali". Il primo messaggio radio inviato conteneva solo informazioni ingegneristiche sullo stato del veicolo spaziale, ma ha confermato che New Horizons ha eseguito correttamente le sue osservazioni di sorvolo e che la memoria interna era piena di dati. Le sue dimensioni, secondo le prime stime degli esperti della Nasa, sono all'incirca di 32 chilometri di lunghezza e 16 di larghezza. Le fotografie hanno permesso agli scienziati di determinare con sicurezza che il corpo celeste è formato da due sfere, o "lobi", che hanno gravitato lentamente l'una verso l'altra fino a fondersi insieme.

UEFA, il capo del CFCB conferma: il City rischia l'esclusione dalle coppe
Potrebbe finire per essere una festa a metà, quella del Manchester City , che dopo aver riaperto il campionato battendo il Liverpool 2-1 accorciando a -4 dalla vetta, apprende dalla Uefa di rischiare di rimanere fuori dalle coppe europee per la violazione delle norme del Fair play finanziario.


La sonda Nasa ha impiegato 13 anni per arrivarci e alle 6.33 (ora italiana) ha raggiunto il punto più lontano a cui è mai arrivato un oggetto creato dall'uomo, un record che probabilmente passeranno decenni prima che venga superato.

A destra la ricostruzione della forma di Ultima Thule sulla base della prima immagine (a destra).

Latest News