Tennis, Murray si ritira: "Troppo dolore, non posso andare avanti"

Il 31enne visibilmente emozionato

Il 31enne visibilmente emozionato

Tenterà di onorare fino all'ultimo, l'impegno preso, l'Australian Open ma non c'è nulla di certo: Andy Murray, tre volte campione di uno Slam, ha annunciato amaramente il suo addio al tennis per i costanti problemi fisici che lo tormentano da tempo. "Non so se riuscirò a giocare con questo dolore per altri quattro, cinque mesi". Vorrei smettere a Wimbledon, ma non sono sicuro di essere in grado di farlo. "Quindi l'Australian Open potrebbe essere il mio ultimo torneo".

L'atleta scozzese è tornato al torneo di Brisbane - in programma dal 14 al 27 gennaio - dopo un'assenza di un anno a causa di un intervento chirurgico all'anca, che continua a provocargli dolore.

Mourinho, una buonuscita dallo United: ora è di nuovo libero di allenare
La fonte ha aggiunto a proposito: "Non ci sono stati contatti, ma il Real ha sentito Josè dopo che Lopetegui è stato licenziato". E' molto tranquillo e sarebbe felice di aspettare la fine della stagione se ce ne fosse bisogno.


"Ho troppo dolore, ho fatto di tutto in questi mesi per cercare di migliorare la situazione soprattutto mentalmente ma non ha portato a dei risultati". Trentuno anni, vincitore di tre Slam, due ori olimpici e 45 titoli Atp, al momento dell'annuncio e di rispondere alle domande nella conferenza stampa Murray è scoppiato in lacrime. "Ed è dura". "GIOCO MELBOURNE MA COSI' NON POSSO CONTINUARE" - Nonostante la delusione e il dispiacere il britannico, che si è allenato in questi giorni anche con Novak Djokovic, ha comunque confermato che sarà in campo nel primo turno contro lo spagnolo Roberto Bautista Agut.

"Non riesco più a giocare, il dolore all'anca non mi da pace".

Latest News