Amazon Echo Auto, Alexa arriva anche in macchina

Disponibile da oggi la nuova skill Alexa per leggere le notizie di Everyeye.it

Amazon porta Alexa sulle auto, per l'assistente virtuale un milione di prenotazioni

Sebbene il gadget di Amazon che porta l'assistente virtuale Alexa a bordo delle auto, presentato nel settembre scorso, sia ancora disponibile su invito ed esclusivamente per gli utenti americani, ad un prezzo di 24,99 dollari (circa 21 euro al cambio attuale) anziché 49,99. In Italia sono solo pochi fortunati ad avere ricevuto in prova questo dispositvo.

E voi vi mettereste un dispositivo Amazon anche in auto? Insomma, anche il New York Times ha deciso di sfruttare la nuova tecnologia offerta da Amazon.

Tennis: Australian open, il tabellone
In campo femminile speriamo nell'exploit della talentuosa Camila Giorgi , unica azzurra, al momento, nel main draw. Al secondo turno troverà uno tra Ebden e Struff.


Dopo avere raggiunto "Oltre un milione di richieste", riferisce al portale Web TechCrunch il vicepresidente Amazon, e responsabile di Alexa, Steve Rabuchin, "Diamo inizio alle prime consegne". Successivamente, non dovrete fare altro che pronunciare semplici comandi vocali come "Alexa, quali sono le notizie di oggi?" oppure "Alexa, quali sono le notizie del giorno?" e l'assistente vocale inizierà a leggere le notizie di Everyeye. Echo Auto può rispondere a qualsiasi domanda, avviare la riproduzione di brani o trovare una destinazione sul navigatore senza che ci sia bisogno di intervenire con le proprie mani - magari quando si è alla guida; il tutto senza contare la possibilità di telefonare e addirittura controllare la propria casa "smart" mentre si guida o si parcheggia in garage, per trovare già le luci accese e il riscaldamento alla temperatura giusta. Il punto dolente di questi dispositivi smart - la privacy e la sicurezza - continua a essere motivo di dibattito, con le aziende come Amazon che si affrettano a dire che non c'è nulla da temere ma anche con eventi sempre meno aneddotici e più diffusi in cui intere conversazioni vengono inviate per sbaglio ad altre persone. La cifra è stata ufficializzata poco tempo fa da Dave Limp, Senior Vice President della divisione dispositivi e servizi di Amazon, in un'intervista.

Latest News