Cesare Battisti sceso dall'aereo senza manette e circondato dalla polizia [FOTO LIVE]

Attendere un istante stiamo caricando il video

Attendere un istante stiamo caricando il video

Cesare Battisti è tornato da poco in Italia e il can can mediatico sta giustamente celebrando un successo internazionale che certamente non è usuale per il nostro Paese.

"Trentasette anni di attesa per vedere questo balordo che peraltro mi sembrava sogghignate, con i morti che ha sulle spalle". "Il "piccolo regalo" è in arrivo". Un orrore che non ha proprio nulla di 'politico', ma che identifica semplicemente un crudele assassino che deve saldare il proprio debito senza sconti, senza ulteriori ritardi, e senza alcuna ulteriore possibile copertura. "Ciao Battisti, la sinistra piange!"

La grande soddisfazione per la fine della latitanza, il ringraziamento alle forze politiche e il pensiero ai familiari delle vittime. "A loro posso dire che, finalmente, giustizia è fatta!". "E comunque Cesare non c'era" ha spiegato Vincenzo Battisti.

Australian Open, dopo Travaglia e Fabbiano avanti anche Seppi
Almeno questo è quanto suggerisce divertente siparietto, di cui si è reso protagonista Rafa Nadal durante l'incontro con i giornalisti seguito al match.


Battisti, appena sceso dall'aereo, senza manette, è stato preso in consegna dal Gruppo operativo mobile della Polizia penitenziaria e portato direttamente a Oristano, senza passare per Rebibbia (che sarebbe stata una permanenza provvisoria) dopo una sosta all'ufficio immigrazione per il fotosegnalamento. "Oggi è una bella giornata". Ma Battisti fugge. Viene individuato in Bolivia. In Italia Battisti è stato condannato per 4 omicidi. Credo sia la volta buona.

"Ora so che andrò in prigione", aveva detto Battisti parlando con i funzionari dell'Antiterrorismo che lo avevano accolto a Ciampino. Nulla potrà attenuare la frustrazione di aver visto per tanto tempo un pluriomicida vivere in libertà, mentre le famiglie che ha devastato hanno subito la condanna del lutto e della sofferenza a vita, e mentre le Istituzioni che hanno tanto lavorato per far luce sui suoi crimini hanno subito la beffa dell'attesa.

"È un' ingiustizia, non è colpevole, lo stanno accusando di quello che non ha commesso è stato sempre tirato in ballo in contumacia dai pentiti, da tutti".

Latest News