Ducati, Dovizioso: "Pronto per lottare per il titolo"

MotoGp svelata la Ducati Dovizioso Pronto per lottare per il titolo

Ducati, Dovizioso: "Pronto per lottare per il titolo"

Via dunque il velo dalla nuova creatura realizzata dal Direttore Generale del Reparto Corse, Gigi Dall'Igna, e dai suoi ingegneri che, tra le diverse novità, al primo sguardo mostra un aspetto ancora più grintoso oltre a sfoggiare il nuovo logo Mission Winnow, il marchio di Philip Morris che, a partire del Gp del Giappone 2018 di Formula 1, ha già debuttato sulle Ferrari Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen, andando a integrare anche la denominazione della scuderia analogamente a quanto accadrà in questa stagione in MotoGp dove la squadra di Borgo Panigale diventa il team Mission Winnow Ducati. Il mio obiettivo è essere un pilota ufficiale per tanti anni. L'addio di Jorge Lorenzo ha reso l'atmosfera nel box più colloquiale e limpida, anche se il forlivese sentirà la mancanza di poter guardare la telemetria del maiorchino, soprattutto in quei week-end in cui era costretto ad inseguire. Il motore avrà più potenza. Per loro la nuova DesmosediciGP e una nuova missione: mettere in pista il meglio. Ci manca ancora qualcosa in centro curva, non siamo forti come gli avversari, ma abbiamo altri lati positivi.

A dare il benvenuto è stato Miroslaw Zielinski, Presidente della Divisione Scienza ed Innovazione di PMI: "La filosofia di Mission Winnow si traduce nella ricerca continua di scelte migliori per operare un cambiamento positivo". Con Andrea possiamo fare un ottimo lavoro insieme, posso solo imparare da lui e spero di restituirgli quanto imparato durante l'anno. Questo è il miglior Dovizioso che avete visto, ma non è detto che sarà il migliore di sempre, sono più competitivo dell'anno scorso... "La livrea della Ducati è sempre bella, ma quest'anno è, se possibile, ancora più bella" - ha spiegato Dovizioso.

Bambino caduto nel pozzo a Malaga, c’è ancora speranza per Julen
C'è la convinzione che il piccolo sia vivo . "Abbiamo un angelo che ci sta aiutando a salvarlo", ha affermato il padre di Julen . Secondo gli esperti il bimbo potrebbe essere ancora vivo grazie al fatto che nel luogo in cui si trova c'è un afflusso d'aria.


SI PUNTA AL MONDIALE Il general manager ha poi introdotto i piloti e parlato degli obiettivi: "Andrea Dovizioso è stata la nostra punta, conosce l'ambiente e ha fatto gare sensazionali, concludendo per la seconda volta al secondo posto del mondiale". Se Jorge mette in crisi Marquez tutto è veramente possibile. La Suzuki con Rins può lottare per il campionato e le Yamaha non puoi non considerarle in lotta per il campionato. La forza di questo gruppo è sempre questa, che siamo sempre stati molto uniti.

LA SFIDA A VALENTINO ROSSI - Nei giorni passati ha fatto il giro del mondo la foto postata sui social in cui Andrea e Danilo si allenavano insieme. "La piattaforma inerziale unica non credo che sposti tanto gli equilibri del sistema, le prestazioni del software saranno molto simili". Il mio target? Essere soddisfatto a fine stagione, e non è facile dire adesso a cosa corrisponde. Se facciamo lo stesso allenamento e uno mi batte è bravo.

Latest News