Facebook unirà Instagram, Messenger e WhatsApp in un’unica app

Facebook vuole integrare Instagram, WhatsApp e Messenger (con nuove conseguenze sulla privacy)

WhatsApp, Instagram e Messenger “integrati”. Il piano di Zuckerberg

Stando a quanto hanno riferito quattro fonti al New York Times, le tre app, tutte di proprietà di Facebook, continueranno a essere separate: per la prima volta però sarà possibile scambiarsi messaggi da un'app all'altra. Questo vorrà dire ad esempio poter contare tra gli utenti fasce di popolazione del sud est asiatico e del Sud America che al momento utilizzano Whatsapp ma non Facebook. E non solo: se il piano dovesse essere messo in pratica, chi ha aperto un account su uno di questi social potrà comunque mettersi in contatto con un'altra persona che invece è iscritto a un'altra piattaforma. Instagram ha 1 miliardo di utenti attivi mensilmente, mentre WhatsApp ne ha 1,5 miliardi.

Roma - Mark Zuckerberg, attuale amministratore delegato e co-fondatore di Facebook, starebbe puntando a integrare entro quest'anno (o al più tardi all'inizio del 2020) Whatsapp, Instagram e Messenger.

L'articolo del New York Times riporta che Zuckerberg rifletteva su questa idea da mesi, e che questo abbia contribuito ad incrinare i rapporti con i fondatori di Instagram (Kevin Systrom e Mike Krieger), che hanno lasciato Facebook a settembre seguendo Jan Koum e Brian Acton, fondatori di WhatsApp, che avevano abbandonato la nave per ragioni simili.

Florentin Pogba: "Se Paul lascerà lo United andrà al Real o al Barcellona"
Al City non andrà, quindi verrà in Spagna: " al Barcellona o al Real Madrid ". La chiave è stata l'addio di Mourinho. Non era felice e lo ha mostrato.


Facebook Messenger, Instagram e WhatsApp diventeranno una cosa sola.

Facebook, Instagram e WhatsApp resteranno quindi totalmente indipendenti per gli utenti, almeno per quanto riguarda la presenza delle app sui dispositivi mobile, ma l'infrastruttura alla loro base sarà unificata e consentirà quindi interazioni cross piattaforma che ad oggi sono impossibili. Un cambiamento che porta con sé anche diverse domande relative alla privacy e alla condivisione dei dati personali all'interno delle varie applicazioni. Ciò consentirebbe a Facebook di aumentare i profitti dell'azienda. La differenza principale è nel livello di sicurezza: Whatsapp è l'unica delle tre a garantire la criptazione dei messaggi end to end, dall'avvio alla ricezione. "Stiamo lavorando per rendere la maggior parte dei nostri prodotti di messaggistica crittografati usando la tecnologia end-to-end e considerando tutti i modi per facilitare le comunicazioni con amici e familiari attraverso le reti" si legge nella dichiarazione. "Come potete immaginare, sono in atto molte discussioni e dibattiti ora che stiamo iniziando un lungo processo per mettere a punto tutti i dettagli di come ciò funzionerà" ha aggiunto Facebook in una nota.

Un nutrito gruppo di ingegneri in forze presso Facebook sarebbe già al lavoro sull'integrazione che viene considerata un passaggio obbligato per la società di Mark Zuckerberg, recentemente travolta da una serie di scandali.

Latest News