Trova tesoro milionario in lire ma non può usarlo

Immagine simbolo

Immagine simbolo

Così non è stato in Italia.

La battaglia di Carla Ferrari è stata riportata dal quotidiano romano Il Messaggero e inizia da un incredibile colpo di fortuna.

Tennis, Coppa Davis: Berrettini-Bolelli perdono il doppio, Italia ora avanti 2-1
Ma i ragazzi allenati da Corrado Barazzutti sono riusciti a superare con una certa facilità a domicilio l'India , ottenendo la qualificazione per la fase finale .


Dentro ha trovato 800 milioni di vecchie lire e 3mila franchi. Il problema lo ha avuto in Italia, perché la Banca d'Italia non le ha permesso di convertire gli 800 milioni di lire in euro. La cassetta di sicurezza del genitore era presso la filiale parigina della BNP Paribas.

Per questo Carla Ferrari ha deciso di iniziare la sua battaglia legale, scoprendo tra l'altro di non essere l'unica in Italia a richiedere la conversione di banconote del vecchio conio in moneta corrente. La prescrizione che dura 10 anni dovrebbe, secondo logica e buonsenso, scattare dal momento della scoperta. E c'è voluta una sentenza della Corte costituzionale per cancellare il decreto Monti del 2011, che aveva addirittura sancito l'immediata decadenza del cambio della lira in euro.

Latest News