Trova tesoro milionario in lire ma non può usarlo

Trova il tesoro del papà 800 milioni di lire e 3.000 franchi la Francia li cambia l'Italia

Trova tesoro milionario in lire ma non può usarlo

Così non è stato in Italia.

La battaglia di Carla Ferrari è stata riportata dal quotidiano romano Il Messaggero e inizia da un incredibile colpo di fortuna.

Sanremo 2019: così Claudio Baglioni difende il suo (nuovo) festival
Questo Sanremo sarà simile a quello dell'anno scorso, l'orchestra siederà in un golfo mistico, il teatro non sarà mai così grande. Con un cast coraggioso e canzoni interessantissime, che, a parer mio, danno l'idea della nostra musica di oggi.


Dentro ha trovato 800 milioni di vecchie lire e 3mila franchi. Il problema lo ha avuto in Italia, perché la Banca d'Italia non le ha permesso di convertire gli 800 milioni di lire in euro. La cassetta di sicurezza del genitore era presso la filiale parigina della BNP Paribas.

Per questo Carla Ferrari ha deciso di iniziare la sua battaglia legale, scoprendo tra l'altro di non essere l'unica in Italia a richiedere la conversione di banconote del vecchio conio in moneta corrente. La prescrizione che dura 10 anni dovrebbe, secondo logica e buonsenso, scattare dal momento della scoperta. E c'è voluta una sentenza della Corte costituzionale per cancellare il decreto Monti del 2011, che aveva addirittura sancito l'immediata decadenza del cambio della lira in euro.

Latest News