Pensioni, la recessione mette a il rischio il sistema di "quota 100"

Pensioni, la recessione mette a il rischio il sistema di

Pensioni, la recessione mette a il rischio il sistema di "quota 100"

Il presidente dell'Inps, Tito Boeri, ha tenuto una audizione al Senato sulla riforma delle pensioni voluta dal Governo Lega e M5S. Potranno, infatti, andare in pensione fino a 5 anni prima che a legislazione previgente. Più di un terzo dei beneficiari sono concentrati anche fra i dipendenti pubblici, presenza che ne rende la distribuzione sul territorio più bilanciata, dato che il 50% dei beneficiari provenienti dal settore privato sono residenti al Nord. "Se queste misure diventassero strutturali l'aumento del debito implicito lieviterebbe a oltre 90 miliardi". Con il reddito di inclusione invece nel 2018 erano solo un quarto dei beneficiari.

"Senza controlli circa un miliardo di beneficio non dovuto" - Infatti "in assenza di controlli ex ante sulla veridicità delle autodichiarazioni patrimoniali da parte dei richiedenti il reddito" secondo l'economista si rischia di dovere in sede di verifica ex post recuperare "somme ingenti da famiglie che non soddisfano i requisiti patrimoniali". Questa concentrazione è dovuta alla scala di equivalenza adottata dal reddito di cittadinanza che riduce il beneficio in termini di benessere economico personale per i nuclei con figli o comunque numerosi, quelli dove si registrano i tassi di povertà più elevati. "Ho cercato di ridare credibilità ad una istituzione cruciale del nostro paese che aveva una reputazione scesa molto al di sotto della qualità del suo lavoro", continua Boeri, aggiungendo che "purtroppo l'Inps, viene spesso utilizzato come capro espiatorio per leggi mal congegnate o per il fallimento di misure di politica economica improvvisate", e ribadendo di non aver "mai rinunciato a chiarire che non è l'Inps che scrive le leggi ma si limita ad attuarle", ma di aver difeso sempre l'immagine dell'istituto.

Il reddito di cittadinanza, ha aggiunto Boeri, "fissa un livello di prestazione molto elevato per un singolo" e questo "spiazza i redditi da lavoro".

Presidenziali, vittoria di Bukele al primo turno
Egli ha sempre negato tali accuse e, di conseguenza, ha deciso di candidarsi alle elezioni politiche alla guida della GANA . Con il 90% delle schede scrutinate, ha reso noto il Tribunale supremo elettorale, Bukele ha ottenuto 1,23 mln di voti.


Boeri ha poi sottolineato che gli effetti di scoraggiamento al lavoro sono "rilevanti".

Secondo le stime dell'Inps circa il 30% dei percettori del reddito di cittadinanza riceverà un trasferimento uguale o superiore a 9360 euro netti.

Latest News