Sanremo, Matteo Salvini è schifato dalla canzone di Achille Lauro

Rolls Royce di Achille Lauro un inno all’ecstasy? Il rapper capitolino smentisce categoricamente

Plagio al Festival di Sanremo: «Rolls Royce» di Achille Lauro sotto accusa della band romana Enter, la difesa allo Studio Riccio&Narciso di Caserta

La vicenda ha visto coinvolta anche la conduttrice Andrea Delogu, a cui è stato consegnato un tapiro d'oro dopo le sue dichiarazioni a favore della canzone incriminata. Ogni tanto compare davanti al piccolo schermo con i tatuaggi sulla faccia e lo sguardo aggressivo. Mette insieme un'adolescenza complicata nella parte brutta di Roma nord, con una passione diretta e irrequieta per i prodotti della più dozzinale mall culture nostrana, dei quali sogna di diventare presto protagonista, agli inizi facendo punk e rap in quanto generi abbordabili, ma appena può calandosi con spontaneità nel ruolo di concorrente di "Pechino Express", di consulente di Mara Maionchi a "X-Factor" (i bene informati dicono sarà un giurato del prossimo "The Voice"), di collaboratore di Anna Tatangelo ma anche di estimatore di Ghali. "Ero l'unico che non si faceva il 'cannoncino'". Così come quella riguardante il plagio di un riff all'interno della canzone che richiamerebbe ad un brano degli Smashing Pumpkins, 1979. E tra le righe ci sono pure Amy Winehouse, Jim Morrison e Jimi Hendrix, nomi tutti puliti, insomma. "Il direttore artistico era in sé quando l'ha ascoltata e scelta per il Festival di Sanremo?". Non vorrei fare l'esegeta, nessuno meglio dell'autore sa cosa intendeva.

World Bank, Trump nomina il falco David Malpass
Bush, Malpass è al momento il sottosegretario al Tesoro per gli affari internazionali. Gli Usa sono azionisti di maggioranza e per tradizione scelgono il presidente.


"È terribile, mi fa schifo solo l'idea - ha commentato Matteo Salvini ai microfoni di Striscia con l'inviato Jimmy Ghione che gli chiedeva di commentare le allusioni alla droga contenute nel brano di Achille Lauro -". Ora questo. Ma io non ho mai sentito parlare di questa cosa. Staffelli ha chiesto alla donna alcune spiegazioni riguardo al brano Rolls Royce e alla possibilità che possa essere un inno all'ecstasy. La canzone presentata a Sanremo 2019 da Achille Lauro, secondo molti, non fa riferimento alla famosa automobile di lusso, ma a una droga. Ovviamente è iper-social ma quando gli chiedono se è gay, sorride e dice no, però aggiunge che "le pose machiste del rap hanno stancato", e sembra avere d'improvviso, banalmente, ragione.

Latest News