Siria. Generali curdi smentiscono le notizie su Paolo Dall'Oglio

Padre Paolo Dall'Oglio

Padre Paolo Dall'Oglio

Allo stato attuale, anche Oltretevere si apprende quanto circola nei media dopo che è rimbalzata la notizia del Times appresa da fonti curde. Secondo il giornale, i miliziani dello Stato islamico starebbero cercando di raggiungere un accordo in cambio della liberazione di alcuni ostaggi. "Sarebbe davvero, davvero una bellissima notizia", ha detto il porporato. Oggetto dei negoziati, secondo il quotidiano, sarebbero, oltre a Dall'Oglio, il giornalista britannico John Cantlie e un'infermiera della Croce Rossa dalla Nuova Zelanda.

Il rapimento di Paolo Dall'Oglio avvenne il 29 luglio del 2013 nei pressi di Raqqa, cittadina nel nord della Siria, al tempo roccaforte e capitale dello Stato islamico. Cantlie è noto per esser stato usato dall'Isis nei propri video di propaganda.

È morto l’attore Albert Finney
Sempre negli anni Sessanta Finney recitò insieme a Audrey Hepburn in Due per la strada e diresse il film L'errore di vivere . Sabato sera domenica mattina di Karel Reisz.


Ci sono poi le parole del sottosegretario agli Esteri italiano, Guglielmo Picchi, che interpellato dal network di Radio cattoliche InBlu, ha dichiarato: "Manteniamo il riserbo ma posso dire che l'Italia non ha mai lasciato indietro nessuno e ha sempre seguito ogni caso con il massimo scrupolo e la massima attenzione". "Ribadisco il massimo impegno per ogni cittadino italiano all'estero", ha concluso.

Le forze curdo-siriane che guidano l'offensiva contro l'Isis nel sud-est della Siria, da parte loro, smentiscono però di essere a conoscenza dell'esistenza in vita del gesuita italiano Paolo Dall'Oglio e della sua permanenza come ostaggio nell'ultima sacca di territorio ancora in mano ai jihadisti. Anche la vicenda di padre Dall'Oglio, aggiunge, "vogliamo che si concluda con certezze e risposte chiare. Oggi abbiamo liberato virtualmente tutto il territorio dalla presa di questi mostri sanguinari", ha osservato, ricordando che il 99% dei territori occupati dal Califfato sono stati liberati. Tutto questo è plausibile, verosimile, come è plausibile che gli ostaggi non siano tre, magari due, aumentati per la circostanza da chi sa bene come bluffare.

Latest News