Fca: nel 2018 utile netto in crescita a 3632 miliardi, +3%

Fca: nel 2018 utile netto in crescita a 3632 miliardi, +3%

Fca: nel 2018 utile netto in crescita a 3632 miliardi, +3%

L'ebit adjusted del 2018 è pari a 7,3 miliardi di euro, in rialzo del 3% (+9% a parità di cambi di conversione), con margine in calo al 6,3%. I target 2018 del gruppo erano per ricavi netti tra 115 e 118 miliardi di euro, un ebit adjusted tra 7,5 e 8 miliardi, un utile netto adjusted di circa 5 miliardi di euro e una liquidità netta industriale tra 1,5 e 2 miliardi di euro.

Il 2018, quindi, si rivela un anno particolarmente importante per il gruppo che, nonostante la scomparsa di Sergio Marchionne e il riassetto societario, non ha avuto riscontri negativi dal punto di vista finanziario chiudendo con ricavi netti pari a 115,4 miliardi di euro, in aumento del 4% (+9% a parità di cambi di conversione) con maggiori volumi, migliori prezzi e mix. Le consegne globali complessive sono pari a 4.842.000 veicoli, in aumento di 102.000 unità. La liquidità netta industriale ammonta a 1,9 miliardi di euro, in miglioramento rispetto all'indebitamento netto industriale di 2,4 miliardi di euro a fine 2017. L'utile netto è di 3,6 miliardi di euro (+3%). Manley ricorda che nei prossimi mesi è in agenda anche il pagamento di un dividendo straordinario per la vendita di Magneti Marelli, la cui vendita sarà finalizzata nel secondo trimestre 2019. L'utile per azione (Eps) diluito adjusted sarà invece più di 2,70 euro, che "riflette un tax rate più alto, principalmente negli Usa (nel 2018 era 3 euro)". "FCA si accoda così ad altre case automobilistiche che hanno rivisto l'outlook sull'anno in corso". Proprio le previsioni per l'anno in corso sembrano avere un ruolo chiave nel calo del titolo in Borsa.

Bankitalia mette d'accordo Salvini e Di Maio: azzerare i vertici
A me piaceva la canzone di Cristicchi, che ascolto da giorni su Spotify, ma non ha vinto. Non bisogna distrarre l'opinione pubblica con slogan ad effetto.


Per l'anno 2019, FCA ha previsto un Ebit adjusted a oltre 6,7 miliardi di euro ed un free cash flow industriale netto sopra 1,5 miliardi, inferiore rispetto ai 4,4 miliardi di euro del 2018 (esclusa Magneti Marelli). Sono le previsioni sul 2019 a penalizzare il titolo di Fca in Piazza Affari dopo conti con risultati che il gruppo italo-americano definisce "da record". Dalla presentazione dei conti di Toyota, Daimler e General Motors è infatti arrivato un allarme sul 2019 che aumenta il pessimismo per il momento del settore auto visto che da tutti e tre sono arrivati pochi segnali di una inversione di tendenza del rallentamento cinese.

Latest News