Muore re del bitcoin, 120 milioni bloccati perchè nessuno sa password

Muore re del bitcoin, 120 milioni bloccati perchè nessuno sa password

Muore re del bitcoin, 120 milioni bloccati perchè nessuno sa password

Sono così andati letteralmente perduti ben 150 milioni di dollari suddivisi in 430.000 Ethereum 6.500 bitcoin, 11.000 bitcoin SV, 11.000 bitcoin Cash, 35.000 bitcoin Gold e 200.000 Litecoin. La piattaforma è ora inaccessibile perchè nessuno, nemmeno la vedova, conosce la sua password per entrare sul sito.

Turbolenza nel mondo crypto per la scomparsa prematura di Gerald Cotten, il 30enne fondatore di una delle più importanti piattaforme di Exchange di criptovalute, la QuadrigaCX che è morto lo scorso dicembre in India, nella città di Jaipur, la perla rosa del Rajasthan, a causa di complicazioni legate al morbo di Crohn. Come per ogni piattaforma di exchange che si rispetti, anche per QuadrigaCX il fondatore aveva previsto una serie di protezioni.

"I produttori cinesi invece - spiega Natasha Kaneva alla Bloomberg - possono spendere molto meno, la stima è circa 2400 dollari per Bitcoin, facendo accordi diretti con i produttori di energia che cercano di vendere l'elettricità in eccesso, come i produttori di alluminio".

Bankitalia mette d'accordo Salvini e Di Maio: azzerare i vertici
A me piaceva la canzone di Cristicchi, che ascolto da giorni su Spotify, ma non ha vinto. Non bisogna distrarre l'opinione pubblica con slogan ad effetto.


La moglie di Cotten, assediata in questi giorni di lutto, ha ingaggiato un esperto dopo avre giurato pubblicamente di non avere la benché minima di idea di dove "Gerry" custodisse le password. E il guaio è che, così, nessuno può più accedere alla piattaforma Quadriga CX e al suo contenuto. "Nonostante ripetute e diligenti ricerche, non sono stata in grado di trovarle scritte da nessuna parte".

Un bel danno per gli investitori che per il momento hanno perso il loro patrimonio in criptovalute. "Il signor McBryan è riuscito a recuperare alcuni dati dai telefoni e da altri pc di Gerry ma non è riuscito ad accedere al computer principale", ha dichiarato sotto giuramento la donna. Neanche la vedova Cotten conosce la password ed è stata presa di mira dagli investitori che l'hanno accusata di aver simulato la morte del marito tanto da costringerla a mostrare il certificato di morte davanti alla Corte Suprema della Nuova Scozia.

Latest News