Spotify inizia a bloccare gli adblocker una volta per tutte

Spotify inizia a bloccare gli adblocker una volta per tutte

Spotify inizia a bloccare gli adblocker una volta per tutte

Ad ogni modo, Spotify si è trovata nel tempo a contrastare il fenomeno della pirateria, in continua crescita, grazie ad applicazioni modificate, che consentono agli utenti free di beneficiare delle funzionalità premium.

Diventa più severo Spotify nei confronti di chi tenta di aggirare gli annunci pubblicitari (avrete senz'altro sentito nel corso della vostra esperienza con il servizio, anche se breve, l'intervento improvviso di una voce che interrompe la fruizione della musica in riproduzione per dare spazio alle pubblicità).

Le misure adottate dalla compagnia per bloccare e punire questi fenomeni saranno più esemplari: Spotify, infatti, ha predisposto che a partire dal 1 marzo 2019 saranno bannati tutti gli account pizzicati nella pratica di blocco delle pubblicità. Ovviamente, nei casi più gravi si procederà con il ban permanente del profilo dell'utente incriminato.

Southampton, tifosi deridono Cardiff mimando aereo Sala: arrestati
La formazione di Premier League del Southampton ha promesso di escludere i due tifosi che hanno preso in giro Emiliano Sala , deceduto a causa di un incidente aereo.


Canale Offerte, Canale News, Gruppo Telegram, Pagina Facebook, Canale YouTube e il Forum.

Spotify ha aggiornato i suoi termini e condizioni, e adesso l'app dice esplicitamente che bannerà gli ad blocket, i tool usati per rimuovere la pubblicità.

Tramite alcuni sistemi di controllo l'app rileva se vengono utilizzati strumenti di ad-blocking, e per contrastarli disattiva temporaneamente gli account fino a quando l'utente non rimuove i software incriminati. Proprio per eludere, bloccare e saltare la pubblicità di Spotify, esistono decine di metodi illegali, ma tra meno di un mese sarà impossibile utilizzarli pena il blocco dell'account.

Latest News