Mahmood Sanremo 2019, Baglioni (spegne?) le polemiche con il suo intervento

Mahmood Sanremo 2019, Baglioni (spegne?) le polemiche con il suo intervento

Mahmood Sanremo 2019, Baglioni (spegne?) le polemiche con il suo intervento

"Se il festival vuole davvero essere una manifestazione popolare, potrebbe essere giudicato solo dal televoto" così Claudio Baglioni in conferenza stampa post Sanremo, in risposta alle critiche e alle numerose polemiche scoppiate in particolare sui social in seguito alla vittoria di Mahmood.

La mescolanza di giudizi - televoto, giuria di qualità, giuria demoscopica, giuria sala stampa - rischia di essere "discutibile", quindi "o si sceglie una linea o l'altra, altrimenti si rischia di avere elementi molto discordanti. Poi c'è la giuria d'onore, c'è il retaggio televisivo che mettendo più facce, specchio della società, pochi pensano in un modo ma si bilanciano poi i poteri". Sulla vittoria di Mahmood, da molti definito italo-egiziano a causa delle origini del padre "Non credo che il trattino sia appropriato - risponde Claudio Baglioni in sala stampa - è un ragazzo italiano".

Sanremo, Loredana Bertè e la borsetta: ecco cosa c'era dentro
A legare Loredana a Irene Grandi è stato Gaetano Curreri che firma il brano sanremese. Riuscirà ad avere la meglio e a trionfare?


Durante le conferenze stampa delle cinque giornate del Festival di Sanremo 2019, il cantautore romano era stato incalzato dai giornalisti sulla sua volontà di tornare per la terza volta come padrone di casa del Festival anche l'anno prossimo: niente da fare, purtroppo, Baglioni non condurrà Sanremo 2020. "Chi ora sta usando la canzone che ha vinto Sanremo contro il governo - avverte il vicepremier Luigi Di Maio - è un pò a pezzi e fa un favore a questo esecutivo". "Dalla parte vostra per sempre". E hanno praticamente annullato i desiderata del pubblico da casa che è insorto sui social network, parlando di annullamento della democrazia (festivaliera, si intende). Anche perché il cantante ha già le idee chiare su cosa cambiare per Sanremo 2020: "Si, l'ho detto tante volte - queste le sue parole su un'eventuale conduzione futura -, non ho la più pallida idea". Mahmood nel giro di un mese è passato dall'essere uno dei tanti concorrenti di Sanremo Giovani a sbaragliare, assolutamente a sorpresa, tutta la concorrenza. Ha detto il direttore di Rai1 Teresa De Santis commentando i risultati di ascolto della serata finale del festival di Sanremo. Ci sarebbe tanto lavoro da fare e mi piacerebbe perfino farlo. "Io lo conoscevo come artista, questa settimana durissima mi ha fatto apprezzare in maniera enorme il suo perfezionismo, la sua attenzione, la lucidità e la bravura". "Via via mi sono divertito sempre di più". Per esempio la possibilità di ridurre i brani in gara: anche il direttore artistico si è accorto che 24 sono troppi, allungano eccessivamente la durata delle serate e forse fanno sì che qualcosa si perda. "A questo punto ho tanto bisogno di ombra, per poi riaccendere i riflettori quando tornerò a fare il mio percorso individuale".

Latest News