Bankitalia, Tria tiene il punto: "Va difesa l’indipendenza di palazzo Koch"

Di Maio

Bankitalia, Tria tiene il punto: "Va difesa l’indipendenza di palazzo Koch"

Poche parole che, oltre a confermare la posizione favorevole a Signorini, esprimono sostegno all'istituzione segnando una netta distanza rispetto alle dichiarazioni dei vicepremier. "Per questo serve cambiare persone e professionalità".

"Non è un dossier che sto seguendo, è un'idea interessante, so che c'è una proposta di legge che secondo me dovrà ribadire ciò che per me è scontato, cioè che l'oro della Banca d'Italia è degli italiani, non è in prestito, è di proprietà degli italiani. Quando sono state privatizzate non è stata adeguata la legislazione" ha dichiarato l'economista della Lega, che in novembre aveva già presentato una proposta di legge sul tema a che insiste come Via Nazionale non ci sia nessun interesse a sottolineare come le riserve siano solo in "deposito" e non quindi detenute dal nostro istituto Centrale.

In sostanza se il governo italiano volesse rimettere le mani sulle riserve auree facendosi forza del fatto che giuridicamente un conto è la proprietà (diritto reale su una cosa), un conto il possesso (utilizzo di un bene indipendentemente dal diritto reale su di esso), un altro ancora la detenzione (avere il possesso su una cosa senza però volersi comportare come se si fosse il proprietario), di fatto sarebbe un modo per cercare di rinegoziare la nostra adesione all'eurozona e prefigurare, sia pure senza mai citarla direttamente, una "Italexit".

Fiorello a Ultimo: "Dalla ragione al torto ci vuole un attimo"
Io comunque rinnovo l'invito a Ultimo a venire in radio da me a ridere e sdrammatizzare. "E tutto è stato strumentalizzato". Fiorello capisce il ragazzo - "ha vent'anni, ed un carattere forte." - perché è un passaggio che già ha affrontato.


Tria si è schierato con Banca d'Italia, sottolineando all'Ansa: "L'indipendenza di Via Nazionale va difesa".

"Le nomine in Bankitalia non mi appassionano, non entro nel merito, mi affido alla competenza di Conte e del ministro dell'Economia". Ricordiamoci che esiste una autonomia della Banca d'Italia come è autonoma la Banca centrale europea. "Hanno ragione, è passato tanto tempo ma in otto mesi e mezzo abbiamo fatto quel che gli altri non avevano fatto per anni". Non bisogna distrarre l'opinione pubblica con slogan ad effetto. Stessa data anche per l'incarico del direttore generale Salvatore Rossi, colui che ricopre il ruolo più importante, all'interno della Banca d'Italia, dopo quello del governatore Ignazio Visco. E sull'attacco a Bankitalia aggiunge: "Non mi stupisce". "Non conosco Signorini - ha aggiunto - ma troveremo un accordo in Cdm. Condivido chi rivendica l'indipendenza di Bankitalia: deve essere indipendente ma indipendenza non può far rima con irresponsabilità".

Latest News