Rai: Fi, 'perchè Di Battista da Annunziata in giorno voto Abruzzo?'

Di Battista dall’Annunziata Migranti l’emergenza dopo l’intervento francese in Libia

Rai: Fi, 'perchè Di Battista da Annunziata in giorno voto Abruzzo?'

"L'attuale presidente Mattarella non si sarebbe mai comportato come Napolitano sulla Libia", ha aggiunto, rifiutandosi di scusarsi, come chiesto dalla conduttrice, per l'aggettivo "vile" usato nei confronti del presidente emerito e dell'ex presidente del Consiglio. Cosa ci faccia il leader grillino in Francia lo spiega lui stesso: "Sono a Parigi per motivi personali... ma volevo annusare la situazione". Se La Francia chiedesse perdono "sarebbe un buon passo in avanti" perché "tutto il dramma dei flussi migratori e il dramma dell'insicurezza nel Mediterraneo è scaturita da quell'intervento in Libia, spinto sopratutto da Sarkozy". Economie deboli non possono essere legate a una moneta forte.

Gli ospiti saranno intervistati da Lucia Annunziata sulla crisi diplomatica scoppiata la settimana scorsa fra Italia e Francia. "Ma la verità è che Air France si stava sganciando ormai da mesi e infatti il Mise sta analizzando da tempo la questione Alitalia anche con altri partner", aggiunge Di Battista. "Le istituzioni italiane incontrino al più presto quelle francesi per parlare di punti politici", dice, accennando poi ai temi che ritiene "nodi chiave per il futuro dell'Europa" come "tagliare gli stipendi dei commissari europei".

"Noi crediamo nell'Europa come spazio comune, sennò non ci presenteremmo alle elezioni".

Ticinonline - Richard Gere papà a quasi 70 anni
La 36enne avrebbe partorito negli scorsi giorni a New York, secondo le indiscrezioni raccolte dal magazine spagnolo Hola! . E uno scatto social aveva mostrato la coppia che riceveva una benedizione dal Dalai Lama per il bimbo non ancora nato.


"Se io fossi veramente un populista- ha poi aggiunto Di Battista- cavalcherei quest'onda e direi che la ritirata di AirFrance è una vendetta. Ma mi chiedo: si può essere paladini dell'Europa e mettersi al di fuori delle regole europee?", criticando il presidente francese Emmanuel Macron.

Venezuela. "Non ho mai detto che essere neutrale vuol dire stare con Maduro, sono fake news". Legittimare un signore presidente dell'Assemblea che si è auto legittimato vuol dire soffiare sul fuoco. No, non lo credo. "Sto con Putin? L'Europa avrà un futuro se si sgancerà dagli americani, guardiamo oltre gli assetti post seconda guerra mondiale". "Luigi Di Maio è andato come leader politico all'incontro con i gilet gialli e se Macron la vive come lesa maestà è un problema suo". "Smorzare i toni? Non dimentico epiteti dei governi francesi, come 'lebbra' parlando del nostro governo".

Latest News